NH Hotels, una delle principali catene alberghiere d’Europa, che in Sicilia vanta nel proprio portafolio l’NH Collection di Taormina, allarga “la famiglia” delle strutture e punta ad un aumento della redditività dei suoi gioielli con un bilancio che fa registrare una crescita vertiginosa.

Il brand nelle capitali. L’ad di NH Hotel Group, Ramón Aragonés, ha tracciato un bilancio lusinghiero del più recente esercizio 2018 e delle iniziative che hanno contribuito significativamente a far sì che il gruppo sia in grado di presentare prossimamente i migliori risultati della sua storia. La compagnia ha annunciato che spera di superare l’obiettivo i 260 milioni di euro di Ebitda. La performance della Compagnia, nella seconda parte del 2018, d’altronde, è stata addirittura migliore del previsto. Tali risultati sono stati possibili grazie al buon andamento delle principali città europee, fra le quali spicca il recupero di Barcellona. In seguito, ha dato rilievo alle aperture di NH Collection Gran Vía di Madrid e di due nuovi hotel a Marsiglia sotto i brand NH Collection e nhow. A questo proposito è stato anche sottolineato l’impegno strategico del Gruppo per il brand nhow, con il previsto impegno riguardante ulteriori sette iconici hotel in progetto nelle città di Londra, Amsterdam, Bruxelles, Francoforte, Roma, Lima e Santiago del Cile. Attualmente, la Compagnia gestisce 80 hotel NH Collection in 15 diversi paesi, tutti collocati in posizioni strategiche nel cuore delle principali città d’Europa e dell’America Latina. Uno di questi, come detto, è nel cuore della capitale del turismo siciliano a Taormina, dove in Via Circonvallazione si trova l’NH Hotel, versione ammodernata e ristrutturata dell’ex Hotel Imperiale, riaperto nel 2009 e dal 2015 in gestione alla compagnia spagnola.

NH Collection di Taormina

Riposizionamento di asset strategici. Dopo l’acquisizione del 94,1% del capitale sociale di NH Hotel Group da parte di Minor International nell’ultimo trimestre del 2018, le due Compagnie hanno iniziato ad esplorare opportunità per creare valore congiuntamente in prospettiva. L’evoluzione favorevole, superiore alle previsioni, oltre alle iniziative implementate durante il 2018 e quelle in attuazione in questo esercizio – tra le quali si sottolinea l’investimento nel riposizionamento di asset strategici della compagnia in città quali New York, Amsterdam, Roma o Monaco di Baviera – permettono a NH Hotel Group di confermare di voler raggiungere ora un Ebitda di 285 milioni per il 2019.

L’investimento ad Amsterdam. Intanto, si registra l’apertura dell’NH Carlton Amsterdam che dopo la ristrutturazione avrà ora il nome di NH Collection Amsterdam Flower Market, diventando il quinto hotel del brand upper upscale NH Collection nei Paesi Bassi. Le 233 camere dell’hotel 4 stelle Superior sono situate in un particolare edificio risalente agli anni ‘20 che sorge nel centro storico della città di Amsterdam. Secondo quanto reso noto da Isidoro Martinez de la Escalera, Chief Marketing Officer di NH Hotel Group, questo nuovo hotel NH Collection in Benelux conferma la strategia di investimento sul lungo periodo nel segmento upper-upscale: “Grazie al brand NH Collection siamo in grado di rafforzare la nostra leadership in destinazioni strategiche e importanti come Amsterdam, Monaco e New York. Inoltre, abbiamo recentemente sottoscritto un contratto per una nuova proprietà a Roma, NH Collection Roma Fori Imperiali, che diventerà il 13esimo hotel del nostro brand NH Collection in Italia”. Isidoro Martinez de la Escalera ha inoltre aggiunto: “Il nostro nuovo NH Collection Amsterdam Flower Market conferma la crescita inarrestabile del brand NH Collection nei Paesi Bassi e in Europa, tenendo conto delle nostre prossime aperture in Germania e Belgio, previste per il terzo trimestre di questo anno”.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti