l'hotel San Domenico Palace di Taormina

“Chiederemo nei prossimi giorni un incontro alla proprietà dell’Hotel San Domenico Palace per fare il punto della situazione e per capire se davvero l’albergo riaprirà nella stagione turistica 2020”. Lo afferma il segretario generale della Fisascat Cisl Messina, Salvatore D’Agostino, che annuncia una nota del sindacato al Gruppo Statuto nella quale verrà chiesto un confronto sul futuro dell’albergo simbolo del turismo di Taormina, che dallo scorso anno è chiuso per lavori e dovrebbe tornare in attività nel 2020. I lavori, dopo una fase di sostanziale stop, sono ripresi e stanno andando avanti e l’obiettivo è proprio quello della riapertura della lussuosa struttura il prossimo anno, e l’attesa è anche e soprattutto quella dei lavoratori che stanno seguendo la vicenda con trepidazione.

L’attesa dei lavoratori. “Molti lavoratori del San Domenico – spiega D’Agostino – non sono riusciti a trovare una ricollocazione in altre strutture e stanno soffrendo questo lungo periodo di chiusura. La necessità, da parte loro come poi del resto di tutti i vari operatori economici della città, è quella di un pronto ritorno in attività del San Domenico. A quanto pare, la riapertura dovrebbe avvenire nel 2020 ma oltre quelle che sono le voci chiederemo conferme dirette alla proprietà”. La Fisascat Cisl chiederà di poter incontrare il nuovo amministratore unico e legale rappresentante della società “Taormina Hotel Property srl”, il dott. Giuseppe Botta.

I lavori. La chiusura per lavori in atto dallo scorso anno, e pertanto l’attuale indisponibilità del “San Domenico”, ha rappresentato e giocoforza sarà anche in questa estate un momento di sofferenza per l’economia della città. Lo scorso aprile il Comune di Taormina, con apposita determina dirigenziale avente per oggetto “permesso a costruire relativo ai lavori di ristrutturazione dell’Hotel San Domenico Palace”, ha ultimato l’iter autorizzativo avviato nel 2018 per consentire il maquillage dell’albergo. I lavori di ristrutturazione e ammodernamento, come detto, avevano subito nei mesi scorsi un rallentamento ma il cantiere è ripartito. La recente determina del Comune ha riguardato le opere in atto per la realizzazione di una spa e le opere interne e hanno portato a compimento il procedimento autorizzativo degli uffici, con l’ok alla demolizione e ricostruzione dei locali in via Bonifacio.

Obiettivo 2020. Il Comune già con relativa deliberazione di Consiglio Comunale del 20/12/2018 aveva dato parere favorevole al “progetto di ristrutturazione del Grand Hotel San Domenico”. I lavori – stando al permesso rilasciato da Palazzo dei Giurati – dovranno essere ultimati entro tre anni dalla data dell’inizio, e cioè il 09/10/2021. Ma si spera che già nel 2020 il San Domenico possa tornare ad accogliere i suoi clienti e così una fetta importante di turisti per il movimento ricettivo della città.

© Riproduzione Riservata

Commenti