la funivia Taormina-Mazzarò

Inizia in salita la stagione turistica a Taormina e i primi numeri confermano che la Perla dello Ionio si è messa alle spalle un mese di maggio da dimenticare, che ha condizionato i flussi turistici e limitato in diverse giornate anche il movimento “mordi e fuggi”. La conferma arriva dal dato statistico della funivia Taormina-Mazzarò, da sempre cuore pulsante dell’industria turistica locale e che nel maggio appena trascorsa ha fatto registrare 92 mila 082 passaggi in cabina contro i 111 mila 102 che si erano contati nello stesso mese nel 2018.

Maggio senza primavera. Una flessione significativa da ricondurre per lo più a quello che è stato in termini di meteo un maggio senza precedenti, come da almeno 30 anni non accadeva, con la primavera che praticamente non si è vista e con il maltempo ad imperversare soprattutto nei fine settimana. Se i viaggi organizzati ad esempio con i bus portano in città turisti già da tempo prenotati e che in ogni caso poi raggiungono il centro storico della città, con la pioggia o con il sole senza differenza, d’altronde diverso è il discorso per quei flussi di zona, la gente delle aree limitrofe che si muove senza fare programmi e che in diversi casi ha dovuto rinunciare in extremis a concedersi un pò di relax a Taormina in virtù delle “bizze” del meteo.

Arriva l’estate? Adesso si confida nell’avvenuta ritorno del bel tempo che da qualche giorno sta finalmente dando sollievo (la prudenza però resta d’obbligo visti i recenti accadimenti) agli operatori turistici, e che sta dando inizio in pratica alla stagione calda con qualche settimana di ritardo. Non a caso proprio la funivia che collega Taormina centro e la zona a mare in questa prima settimana di giugno sta facendo registrare un’impennata di presenze. Un segnale confortante che certamente potrà confermarsi anche nel proseguimento della stagione turistica.

© Riproduzione Riservata

Commenti