Antonino Ragusa con la compagna Giosi

L’Hellas Verona torna in Serie A e un pezzo di promozione degli scaligeri appartiene anche alla Città di Taormina. Nelle fila dei gialloblù gioca, infatti, l’attaccante taorminese Antonino Ragusa, che ritrova anche lui la massima serie dopo il biennio al Sassuolo. La punta 29enne è uno dei punti di forza della squadra di Alfredo Aglietti che domenica scorsa ha travolto 3-0 il Cittadella allo stadio Bentegodi staccando così il pass per tornare nell’olimpo del calcio italiano. “Immaginarlo è stato emozionante, viverlo è un sogno”, ha detto Ragusa commentando la promozione del suo Verona. “E’ stata una grande emozione con un pubblico fantastico”, ha evidenziato il bomber taorminese. In campo ad abbracciarlo e festeggiare con lui al “Bentagodi” c’era anche la sua amata compagna Giosi.

Il trionfo dopo la sfortuna. Il successo dei veneti nella finale dei play-off di Serie B ripaga Antonino Ragusa di una stagione sfortunata che avrebbe dovuto vederlo protagonista in attacco accanto a Giampaolo Pazzini. Ragusa, seconda punta rapida e di importanti qualità tecniche, era stato acquistato dal Verona per dare imprevedibilità al reparto offensivo gialloblù e invece è arrivato un lungo stop che ha costretto il calciatore siciliano a rimanere fermo ai box anche in questo finale di stagione. Il 3 agosto del 2018 venne ufficializzato il suo trasferimento al Verona, in prestito oneroso con obbligo di riscatto, dal Sassuolo ma, dopo 11 presenze, il 17 dicembre scorso, durante la partita di campionato giocata in casa contro il Pescara, Ragusa ha subito la rottura del legamento crociato del ginocchio destro, che lo ha costretto a rimanere lontano dal campo per 6 mesi e ad un lento recupero. Non ce l’ha fatta a rientrare in tempo per le sfide conclusive del torneo cadetto ma adesso Ragusa non fa mistero della felicità per il risultato conquistato dai suoi compagni di squadra e dopo le vacanze è intenzionato a riprendersi il tempo perduto e a ripetere i guizzi e le prodezze dei tempi del Sassuolo, quando disputò 55 partite di Serie A e giocò anche in Europa League.

Antonino Ragusa festeggia con la compagna Giosi

Futuro al Verona. “Con la promozione in serie A è scattato l’obbligo di riscatto da parte del Verona, adesso quindi il mio cartellino è diventato del Verona. Voglio restare qui e fare bene in Serie A, e lavorerò con grande impegno per farmi trovare pronto per l’inizio della nuova stagione”, dichiara Ragusa. L’attaccante taorminese vuole prendersi una rivincita sulla sfortuna e d’altronde ha già dimostrato che in Serie A ci può stare e può recitare un ruolo da protagonista.

© Riproduzione Riservata

Commenti