Davide Biuso

Sarà eseguito oggi l’esame autoptico sul corpo di Davide Biuso, il 33 enne di Mascali morto lunedì pomeriggio a Taormina in un incidente stradale in Via Pirandello. Verrà dato, infatti, incarico nella giornata odierna, a mezzogiorno, incarico al medico legale che sarà incaricato di eseguire gli accertamenti sul cadavere dello sfortunato giovane che ha perso la vita nello scontro con la Seat Leon guidata da un 40enne cittadino americano. La salma, su disposizione del magistrato di turno della Procura della Repubblica di Messina, è rimasta sino a questo momento all’obitorio dell’ospedale San Vincenzo di Taormina. Per il conducente dell’auto la Polizia locale di Taormina che ha effettuato i rilievi dell’incidente ha disposto una denuncia per omicidio stradale.

Tragico scontro. Si sta cercando, dunque, di fare luce sull’esatta dinamica del tragico scontro e sulle eventuali responsabilità del turista statunitense sulla morte di Biuso. I due stavano percorrendo la Via Pirandello con i rispettivi mezzi – Biuso con una moto di enduro e l’americano a bordo della propria auto -, e procedevano in direzione monte-valle. Un’improvvisa manovra verso sinistra da parte dell’automobilista, che intendeva immettersi in un cancello sul margine della strada per accedere a Villa Mon Repos, ha fatto sì che il mezzo urtasse la moro di Biuso, che non è riuscito ad evitare l’impatto ed è finito rovinosamente contro un muretto, battendo il capo. Vano si è rivelato qualsiasi tentativo di soccorrere Biuso, per il quale non c’è stato nulla da fare al pur tempestivo arrivo dell’ambulanza del 118.

Destino spietato. Biuso, che lavorava come chef in un noto ristorante del centro storico di Taormina, lascia moglie e due figli. Destino crudele e spietato per questo ragazzo che aveva finito il suo turno di lavoro e in un pomeriggio che doveva essere come tanti altri stava facendo rientro a casa ma sulla strada ha trovato la morte in agguato ad attenderlo. A quanto pare, tra l’altro, Biuso era intenzionato da qualche tempo a dare via la sua moto, ritenendo che fosse più sicuro muoversi con un altro mezzo, con uno scooter, e aveva preso contatti con alcuni conoscenti per trovare un acquirente. Davide Biuso un vuoto incolmabile nella famiglia che lo piange in queste ore per la sua assurda fine e di lui rimane il ricordo di un ragazzo solare e generoso, un gran lavoratore sempre disponibile con tutti, stimato e ben voluto da chiunque lo conosceva.

© Riproduzione Riservata

Commenti