Angelo D'Arrigo

Castelmola rende omaggio Angelo D’Arrigo. Nel corso di un’apposita manifestazione organizzata dal Comune di Castelmola verrà intitolato domenica 9 giugno alle ore 10, infatti, all’indimenticato deltaplanista catanese uno dei percorsi naturalistici del borgo turistico. “Percorso Angelo D’Arrigo – Scalazze Monte Venere”: così si chiamerà un tratto di territorio, sino al campo da volo, che intende rendere onore ad un grande sportivo e un siciliano che ha scritto la storia.

Il programma. L’iniziativa voluta dal sindaco Orlando Russo e dall’assessore Eleonora Cacopardo vedrà la presenza di autorità civili e militari, ed avrà luogo una cerimonia nel corso della quale è anche prevista una maratona che partirà dalla piazza Sant’Antonino e che vedrà protagonisti i bambini, che nell’occasione faranno volare gli aquiloni ricordando così idealmente D’Arrigo. E sempre per rendere omaggio a D’Arrigo nel fine settimana è in programma, domenica mattina, anche una seduta straordinaria di Consiglio comunale, presieduta da Massimiliano Pizzolo, all’auditorium di Castelmola.

Poeta e ricercatore. “Daremo questo riconoscimento ad un uomo di rare qualità umane e morali, uno straordinario sportivo che oltre ad aver dedicato la sua vita al volo è stato anche un grande poeta e ricercatore. Un uomo che merita di essere onorato e ricordato nel migliore dei modi”, spiega l’assessore Cacopardo. Angelo D’Arrigo è stato un aviatore e deltaplanista italiano, detentore ancora oggi di vari primati mondiali di volo sportivo. Nato a Catania nel 1961 trovò purtroppo la morte ad attenderlo il 26 marzo 2006 in un incidente durante una dimostrazione di volo a Comiso: l’aereo su cui si trovava come passeggero precipitò da un’altezza di 200 metri.

© Riproduzione Riservata

Commenti