Superstore a Giardini Naxos

“Fumata bianca” e accordo raggiunto nella trattativa per il passaggio dei supermercati Gicap alla Like Sicilia Srl (Gruppo Apulia). L’ufficialità è arrivata a seguito di una riunione svoltasi nelle scorse ore al Ministero per lo Sviluppo Economico che chiude così una estenuante vicenda riguardante 3 punti vendita della zona di Taormina: per esattezza l’Ard di Trappitello, Spaccio Alimentare a Letojanni, e Superstore a Giardini Naxos. Il tavolo di Roma ha così ratificato l’intesa alla quale le parti erano arrivati qualche settimana fa.

Livelli occupazionali salvi. “La Gicap – spiega l’amministratore unico della Commerciale Gicap Nino Capone – già da più di un mese è riuscita a trovare un accordo per l’affitto dei propri supermercati in favore di un solido imprenditore in grado di proseguire efficacemente l’attività aziendale, salvaguardando quasi tutti i posti di lavoro dei dipendenti Gicap”.

I termini dell’accordo. La vicenda, anche nella riunione nella Capitale, è stata seguita in prima linea dalla Fisascat Cisl, rappresentata dal segretario generale della Fisascat Cisl di Messina, Salvatore D’Agostino. L’intesa prevede l’affitto del ramo d’azienda alla società Like Sicilia, che andrà così a gestire 42 supermercati in Sicilia e in Calabria. Ai quasi 700 dipendenti, compresi gli amministrativi, vengono garantite “anche concrete prospettive di miglioramento retributivo”, ha confermato Capone.

Ritorno alla normalità. Nei prossimi giorni, con il perfezionamento dell’intesa, i punti vendita al momento chiusi riapriranno le saracinesche e quelli che invece – come nel caso di Taormina e Letojanni – avevano ormai gli scaffali vuoti verranno riforniti. Il Ministero ha autorizzato la cassa integrazione per le maestranze, a tutela del loro presente e futuro occupazionale.

© Riproduzione Riservata

Commenti