i protagonisti del "Memorial Giorgia 2019"

Serata all’insegna della solidarietà e di una emozionante comunione d’intenti nelle scorse ore a Reggio Calabria in favore del Ccpm Taormina. “Goccia dopo goccia – Prendete in mano la vostra vita e fatene un capolavoro”, è stato il titolo e filo conduttore di una serata evento organizzata dall’Associazione culturale “Preludi”, che ha dato vita al “Memorial Giorgia 2019 – Terza edizione”, in ricordo di Giorgia Busceti nella ricorrenza del suo 18esimo compleanno e a questo evento hanno collaborato anche alcuni genitori dei bambini ricoverati ed in cura al Ccpm. La serata, che ha visto esibirsi con un concerto di beneficenza sul palco il Piccolo Coro “De Amicis” di Reggio Calabria e il Piccolo Coro “C. Orff” di Pellaro e con la proiezione di un video di Matteo Arrigo, ha proposto una raccolta fondi con ricavato che verrà devoluto all’Avulss Taormina. Tanti piccoli pazienti, giungono ogni giorno a Taormina dalla vicina Calabria, si tratta per l’esattezza di almeno il 20% dei bambini in cura al Centro di Cardiochirurgia pediatrica del San Vincenzo, gestito dal “Bambino Gesù” di Roma.

Mamme speciali. Organizzatrice dell’evento Monica Angius, la mamma della piccola Greta in cura al Ccpm, e c’era anche Caterina Rizzo, portavoce del comitato genitori del Ccpm. Queste mamme speciali hanno voluto ringraziare medici e personale del Ccpm con il concerto di beneficenza, tenutosi al cine-teatro metropolitano di Reggio Calabria, applaudito dai medici (presente il primario del Ccpm, dott. Sasha Agati) e con oltre 100 bambini presenti e due regioni unite da un ponte sincero di solidarietà e affetto. Durante l’evento, sono stati raccolti circa 2000 euro, cifra che sarà devoluta in favore dell’Avulss Taormina, associazione di volontariato che opera presso il centro di Taormina.

La speranza. “Abbiamo la speranza e la fiducia che il Ccpm possa rimanere a Taormina – ha detto Caterina Rizzo -, di certo queste due regioni dove non si è mai realizzato il ponte sono già state unite da questo centro di Cardiochirurgia pediatrica”. Oltre all’assegno di circa 2 mila euro della recente serata, la raccolta fondi continuerà sino al 30 giugno e tutto il ricavato verrà donato all’Avulss.

© Riproduzione Riservata

Commenti