Il presidente della Prima Commissione Consiliare, Salvo Brocato
il presidente della Prima Commissione Consiliare, Salvo Brocato

Dopo le dimissioni del presidente Mauro Passalacqua, si attende adesso la nomina di una nuova figura al vertice del Consorzio Rete Fognante di Taormina e anche la maggioranza auspica una svolta in tempi stretti: “A Taormina – evidenzia il presidente della Prima commissione consiliare, il consigliere di maggioranza Salvo Brocato – la gente viene soprattutto d’estate per il mare e Taormina vive soprattutto per la bellezza dei luoghi, quindi la tutela del litorale deve essere una priorità. La relazione fatta in Consiglio da Passalacqua ha messo in luce che questo Consorzio è l’unico in regola sulla costa ionica, che pur tra mille difficoltà depura e mette in mare acqua relativamente pulita mentre a monte ci sono comuni che non depurano proprio niente. Questo problema va attenzionato”.

Il mare di ieri e lo stipendificio. “Durante l’estate – continua Brocato – bisogna far sì che non arrivino i soliti riscontri e comunicati Arpa che riscontrano problemi nelle acque. Il mare di un tempo non c’è più e così c’è chi va in altre parti della Sicilia, e c’è chi se lo gode d’inverno in luoghi esotici lontani, in Madagascar o Thailandia. Auspico che venga nominata una persona seria, attenta e dedita al ruolo perché per troppi anni quel posto è rimasto nascosto ed è stato uno stipendificio, uno di quelli che nella Prima Repubblica funzionava bene e che oggi non possiamo più permetterci di tenere in piedi”.

© Riproduzione Riservata

Commenti