l'inusuale Maggio autunnale a Taormina

“Il grande boom estivo arriverà dal 13 Maggio”: così dicevano le previsioni meteo ma poi, mai come stavolta, tutto è andato all’esatto opposto. Il mese che sta per concludersi è stato probabilmente il Maggio peggiore degli ultimi 30 anni per l’instabilità che ha portato pochi (illusori) sprazzi di sole e quattro settimane di nuvole persino accompagnate dalla pioggia. Taormina e la Sicilia, dove di questi tempi già da un po’ la gente è sempre andata al mare e ha indossato le maniche corte, non hanno fatto eccezione ad un “pazzo” quadro metereologico che ha tormentato tutta Italia. Roba da non crederci, con tanti saluti anche alla primavera che nel 2019 è rimasta praticamente una chimera. E adesso che accadrà? Se lo chiedono in tanti, facendo gli scongiuri per allontanare lo spettro di un’estate al mare non con l’ombrellone… ma con l’ombrello.

Che Giugno sarà? Addio al Maggio più freddo, umido e piovoso degli ultimi anni ed ecco Giugno, mese che – secondo le previsioni – inaugurerà l’Estate meteorologica e che, sempre a detta degli esperti, rispetterà in pieno l’arrivo della nuova stagione. Stando a quanto emesso dalle mappe modellistiche del prestigioso modello ECMWF, i primi giorni del nuovo mese a quanto pare – la prudenza appare d’obbligo – vedranno un avvio boom caratterizzato dall’Anticiclone Africano che interesserà gran parte dell’Europa Centro-Occidentale.

Le temperature. Gli effetti sull’Italia si tradurranno in un consistente aumento delle temperature soprattutto sulle regioni Centro-Settentrionali e del versante tirrenico. Dal 3 Giugno fino a 5 avremo valori tipicamente estivi su Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, Lazio con punte fino a 32°C. Al sud invece, una circolazione più fresca proveniente dai Balcani, manterrà contenute le temperature (valori tra 24°C-28°C), seppur saranno su valori simil-estivi. Non mancheranno temporali pomeridiani sulle zone interne appenniniche della Campania, Basilicata e Calabria. Ma lo scenario tenderà a cambiare radicalmente dal 6 Giugno. L’Anticiclone azzorriano verrà sostituito dal rovente anticiclone africano.

Arriva il caldo. Sarà dunque la volta dell’arrivo della vera e propria stagione calda. Le temperature massime subiranno un’ulteriore impennata verso l’alto raggiungendo punte di 35°C in Sicilia, come in Puglia, Campania e Lazio. E pure al Nord la calura si intensificherà con la colonnina di mercurio che si attesterà tra 32°C-34°C. Oltre al caldo inizieranno ad aumentare i tassi di umidità che provocheranno un caldo afoso con il passare dei giorni. Poi, tra la seconda e terza decade di Giugno, non si esclude qualche veloce passaggio instabile (pare soltanto al Nord) con piovaschi e temporali ma in contesto estivo oramai avviato e sempre più caldo. Auguriamoci che sia così e che anche l’estate non si rende latitante come la primavera.

© Riproduzione Riservata

Commenti