Superstore a Giardini Naxos

Anche Giardini Naxos segue con apprensione le vertenze della Grande Distribuzione che stanno interessando il comprensorio taorminese ed è proprio qui, nella seconda stazione turistica siciliana, che si concentra il maggior numero di discount il cui futuro è ad un bivio. Giardini è al centro sia dalla vertenza Gicap, che sta per passare alla mano alla subentrante Like Sicilia Srl (gruppo Apulia), sia dalla vertenza Cambria.

L’attesa dei lavoratori. Nella città naxiota si trova il supermercato Superstore, a Chianchitta, che fa parte dei punti vendita Gicap, e che rientra quindi nel cambio di proprietà in corso che concerne anche “Ard” di Trappitello (Taormina) e “Ingrosso Alimentare” di Letojanni e tutti i vari punti dislocati tra Sicilia e Calabria per un totale di 700 dipendenti. Le due società hanno raggiunto un’intesa e c’è l’ok dei lavoratori ma ora bisognerà aspettare i relativi tempi tecnici e il nulla osta del Tribunale di Messina al concordato già presentato dalla Gicap. Intanto il “Superstore” al momento è chiuso. Allo stesso da diversi giorni è chiuso a Giardini (zona Pallio) il supermercato “Spaccio Alimentare” del gruppo “Cambria”, con il passaggio al gruppo Arena che non si è ancora concretizzato.

La posizione del Comune. “Stiamo seguendo con attenzione queste due vicende che vedono in discussione il futuro di tanti lavoratori e quindi anche di numerose famiglie – spiega il presidente del Consiglio comunale, Danilo Bevacqua -. Siamo soddisfatti che si sia arrivati ad una svolta giovedì scorso nella vertenza Gicap ed è una notizia che, a questo punto, può portare finalmente all’auspicata schiarita per i livelli occupazionali del “Superstore”, così come per quelli dei vicini centri di Trappitello e Letojanni. Ora auspichiamo una pronta ratifica formale dell’intesa ed il nulla osta al concordato, così da far sì che queste strutture vengano rifornite di merce e restituite all’utenza. Rimaniamo preoccupati, invece, per l’irrisolta vicenda dello “Spaccio Alimentare”, con i lavoratori oggi in cassa integrazione che attendono di conoscere il loro futuro. Abbiamo appreso di un interesse del gruppo Arena ed auspichiamo che in qualsiasi caso si possa trovare una soluzione e concretizzare l’ingresso di una nuova proprietà per riaprire la struttura e far tornare al lavoro i dipendenti. Il Comune di Giardini è pronto a fare la propria parte, se dovesse essere necessaria una mediazione per risolvere queste vertenze, nell’esclusivo interesse dei lavoratori”.

Vertice a Roma. Per la vertenza Gicap-Like Sicilia il pomeriggio del 27 maggio si terrà a Roma una riunione al Ministero dello Sviluppo Economico, che riguarderà 30 dipendenti del Superstore di Giardini, 18 di Ingrosso Alimentare di Letojanni e 18 di Ard discount di Taormina.

© Riproduzione Riservata

Commenti