l'assessore al Turismo, Sandro Pappalardo

“Non è possibile che a Taormina gli alberghi chiudano ad ottobre. Molti progetti si stanno incardinando affinché la Sicilia vada a riempire il vuoto dei mesi in cui il turismo cala drasticamente”. Lo ha dichiarato l’assessore al Turismo, Sandro Pappalardo, intervenuto alla seconda Conferenza mondiale sulla dieta mediterranea, in corso a Palermo. Prendendo spunto dal tema delle biodiversità mediterranee e dei differenti contesti ambientali, Pappalardo ha spiegato che l’assessorato al Turismo sta lavorando per la destagionalizzazione dell’offerta turistica.

Le mosse della Regione. Un protocollo d’intesa tra l’assessorato regionale al Turismo della regione siciliana e la Cei per incentivare il turismo religioso e scolastico; un riordino degli orari di apertura dei siti di interesse storico-religioso e una maggiore sinergia con gli orari dei musei della città. Sono queste alcune delle prossime mosse annunciate dall’assessore al Turismo, di recente nominato componente del Cda di Enit.

“Treni del gusto”. “Abbiamo da poco avviato un nuovo progetto insieme alla Fondazione delle Ferrovie dello Stato – ha proseguito l’assessore – che si chiama ‘Treni del gusto’ e che propone ai turisti di viaggiare a bordo di vagoni storici opportunamente restaurati, alcuni dei quali risalenti al 1930. Abbiamo addirittura ottenuto l’uso dell’unica locomotiva a vapore a carbone ancora funzionante in Italia datata 1910. I turisti avranno così modo di fermarsi in diverse località dell’isola con l’opportunità di gustare specialità enogastronomiche, legate alle specificità mediterranee, direttamente sul territorio. Le fermate sono ben 260 e ognuna prevede la degustazione di una prelibatezza locale facente parte delle bontà molte delle quali annoverate nella dieta mediterranea”.

© Riproduzione Riservata

Commenti