Isolabella

La Città di Taormina sarà protagonista al G20s, il summit delle spiagge più frequentate d’Italia. La Perla dello Ionio, capitale del turismo in Sicilia, parteciperà alla seconda edizione del vertice strategico che vedrà la presenza di rinomate località balneari come Rimini, Sorrento, Capri e Arzachena. Saranno per l’esattezza 26 i comuni costieri che dal 18 al 20/09 parteciperanno a Castiglione della Pescaia alla II edizione del G20s “Il summit delle spiagge italiane”, presentato nelle scorse ore a Palazzo Madama.

Valorizzare il turismo balneare. Dopo il successo della prima edizione, con la presenza delle prime 20 destinazioni balneari (scelte in base alle presenze registrate dall’Istat nel 2016), il summit diventa stavolta a cadenza annuale e si allarga coinvolgendo ulteriori 6 spiagge (dal 21° al 26° posto in classifica, per numero di presenze rilevate nel 2017): un appuntamento imprescindibile per valorizzare il settore del turismo balneare che in Italia fa numeri esorbitanti. Basti pensare che le prime 20 località del summit, riescono ad attrarre più di 62 milioni di turisti e messe insieme ad ulteriori 6 “invitati permanenti” si arriva ad oltre 70 milioni di turisti. Un impatto enorme sul turismo nazionale, da Nord a Sud. Si tratta di un evento assolutamente unico del suo genere in Italia: un incontro destinato a diventare itinerante per coinvolgere attivamente tutti i territori.

I partecipanti. Al G20s, dunque, arriveranno le località balneari di sette regioni che rappresentano una significativa parte dell’offerta del turismo estivo: oltre a Taormina sarà al tavolo la spiaggia veneta di Bibione, con i suoi 5,7 milioni di presenze all’anno, le corregionali Cavallino Treporti, Jesolo, Caorle e Chioggia; le friulane Lignano Sabbiadoro e Grado, la riviera romagnola con Rimini, Riccione, Cesenatico, Bellaria-Igea Marina, Comacchio, Cervia e Cattolica; la Campania con Sorrento, Forio e Ischia, Vieste per la Puglia, Castiglione della Pescaia e San Vincenzo per la Toscana. Questi i 20 comuni costieri, legati ad un turismo esclusivamente balneare, con il più alto numero di presenze in Italia. Il tavolo permanente del G20s in questa occasione ha deciso di coinvolgere le ulteriori sei spiagge a maggior flusso turistico balneare: Arzachena, Orbetello, Rosolina, Grosseto, Viareggio, ed appunto Taormina che avrà così un invito permanente all’evento.

I temi del 2019. Obiettivo è quello di tracciare delle progettualità che abbiano come pilastri la sostenibilità, l’innovazione, l’accessibilità e la progettazione strategica, così come individuato dal Piano Strategico del Turismo 2017-2022, per offrire ai visitatori spiagge curate, ben attrezzate e sicure. Anche a colpo d’occhio è del tutto evidente come questi territori costituiscano un grande patrimonio di valori ambientali, sociali, economici e culturali. Un patrimonio che questo G20 (anzi G26) punta a far sì che venga ulteriormente conosciuto, tutelato e valorizzato, e che pertanto necessita di strategie e linee d’azione ben precise.

© Riproduzione Riservata

Commenti