l'incontro con Cateno De Luca a Palazzo dei Giurati

Blitz di Cateno De Luca al Comune di Taormina. Il sindaco di Messina ha incontrato oggi pomeriggio il primo cittadino di Taormina, Mario Bolognari, alla presenza degli assessori della Giunta taorminese e del presidente del Consiglio comunale, Lucia Gaberscek. Al tavolo c’era anche il presidente della Prima commissione consiliare, Salvo Brocato

I punti affrontati. Nel corso dell’incontro si è parlato di Taormina Arte (con De Luca che ha confermato l’uscita dalla Fondazione sia della Città Metropolitana che del Comune di Messina), è stato poi fatto il punto della situazione sul Masterplan (in particolare per quanto concerne l’iter finalizzato al collegamento viario con Trappitello) ma emergono soprattutto importanti novità in vista sul futuro de Le Rocce.

Trattativa per Le Rocce. Si prospetta una svolta clamorosa, con De Luca pronto a trattare con il Comune di Taormina per il trasferimento all’ente locale della titolarità dell’ex villaggio turistico. Dai recenti contatti sull’area a parcheggio si sta adesso allargando il discorso e stavolta si parla dell’opportunità da parte dell’ex provincia regionale di Messina di trasferire “le chiavi” dell’oasi naturalistica. La mancata valorizzazione del bene, d’altronde, sta arrecando un danno ormai sempre più pesante alle casse di Palazzo dei Leoni e allora si prospetta l’opportunità di una clamorosa intesa sull’asse Messina-Taormina per cambiare il destino dell’immobile. Le Rocce ad oggi avrebbe un valore di circa 8 milioni di euro ma il Comune di Taormina potrebbe acquisire la proprietà nell’ambito di una procedura di cessione tra enti che consentirebbe di definire l’intesa su basi assai più contenute. Si ipotizzerebbe, per l’esattezza, per Taormina la possibilità di acquistare Le Rocce per 800 mila euro circa

Valutazioni in corso. L’Amministrazione di Taormina valuterà adesso lo scenario, tenendo conto della condizione finanziaria attuale del Comune, ancora in fase di riequilibrio e con lo spettro del dissesto  che aleggia ancora su Palazzo dei Giurati. C’è da fare i conti con la complessità di un’operazione che diventerebbe fattibile se la Giunta taorminese dovesse decidere di dismettere intanto uno dei suoi beni per fare cassa. Cauto il sindaco di Taormina, Bolognari, che però ringrazia De Luca e valuta positivamente il confronto odierno: “Siamo soddisfatti per l’attenzione e per la sensibilità dimostrate dall’onorevole De Luca nei confronti del nostro territorio”.

© Riproduzione Riservata

Commenti