Chianchitta "terra di nessuno"

Dov’è la manutenzione? “I problemi da parecchi anni ormai in atto e di fatto rimasti irrisolti sono quelli ben noti delle buche sull’asfalto, il manto stradale inadeguato e una viabilità che non è regolamentata e quindi i relativi pericoli quotidiani per chi transita in zona o peggio ancora per chi ci abita – evidenzia Trusso -. C’è una totale assenza di manutenzione della Sp9. Ho scritto più volte ai due Comuni ma ognuno dà le competenze all’altro, adesso ho trasmesso proprio ai Comuni di Taormina e Giardini la lettera della Città metropolitana in risposta alla mia richiesta di chiarimenti. Ho informato dei fatti anche la Polizia stradale”. “Il viadotto Santa Venera 2 addirittura è territorio di nessuno, non si sa a chi appartenga ed è ridotto a una trazzera. Se non ci sarà una svolta informerò la Procura di questa situazione”.

La risposta dell’ex Provincia. Sulla vicenda la Città Metropolitana ha così risposto a Trusso: “In riferimento alla richiesta di conoscere la titolarità del tratto stradale Chanchitta-Calcarone e del viadotto Santa Venera 2, si precisa che la Sp9 di Chianchitta inizia al km 67+480 della SS185 (bivio Chianchitta) e termina al km 54+375 della SS114 (ponte Fiume Alcantara). Tale strada è al confine tra i territori di due comuni ed in senso longitudinale metà carreggiata ricopre nel territorio di Taormina e metà su Giardini Naxos. Per ciò che attiene la zona di Chianchitta-Calcarone e il viadotto Santa Venera non si posseggono notizie certe circa la loro titolarità ma si dichiara che essere non appartengono al demanio di questo ente”.

© Riproduzione Riservata

Commenti