Polizia locale in Corso Umberto

In attesa del futuro sistema di controllo elettronico della viabilità con Ztl e telecamere, che scatterà nel 2020, il Comune di Taormina ha avviato intanto la revisione dei pass. Si tratta di una materia spinosa, che da anni scatena fermenti e polemiche, perché l’esatto numero di pass al momento in circolazione non è ben chiaro e per questo la Polizia locale ha dato avvio ad un’attività ricognitiva per mettere ordine in questo settore e per predisporre quanto entrerà poi in vigore il prossimo anno.

La prima sforbiciata. “Abbiamo intanto attuato uno stop definitivo ai pass a tempo determinato che negli anni scorsi erano stati rilasciati dal Comune e ora non sono più validi – spiega il vicecomandante della Polizia locale, Daniele Lo Presti, che sta coordinando l’attività di controllo e rilascio dei pass -. Non entro nel merito della questione, ma diciamo che vi era una gestione dei pass alquanto “elastica”. Adesso stiamo procedendo a numerare cronologicamente i pass che vengono rilasciati e che, di volta in volta, vengono segnati su un apposito registro. Ciò vale sia per quelli nuovi che per quelli dati in sostituzione del precedente permesso”. Nel 2019 sono stati rilasciati 879 pass, ma la gran parte di questo dato comprende però i casi di cambio vettura, smarrimento e le varie circostanze insomma di chi per lo più aveva già un permesso.

Obiettivo 2020. In vista del 2020 si va verso l’adozione di un nuovo sistema di gestione dei pass, mediante un programma ad hoc che comprenderà sia una “white list” che una “black list”, differenziando insomma le autorizzazioni o i divieti di transito alle zone della città. E’ già in atto, dunque, la revisione dei pass e dal momento in cui scatterà il futuro piano delle Ztl. “Avremo piena contezza della situazione – evidenzia Lo Presti – e verrà poi attivato un periodo “cuscinetto”, nel quale tutti i possessori di pass dovranno ritirare il nuovo permesso”. In sostanza, così come di recente i residenti sono stati chiamati presso appositi spazi comunali a Taormina centro, Trappitello e Mazzeo, a ritirare il kit per la raccolta porta a porta dei rifiuti, un analogo iter verrà attuato nei prossimi mesi dalla casa municipale con i pass.

Il boom anomalo dei pass. Si va verso una rimodulazione e una riduzione dei permessi esistenti in una città nella quale secondo alcune stime, fatte a suo tempo dal Comune stesso, si era giunti addirittura a circa 13 mila pass in circolazione: molti di più del quantitativo di stalli a disposizione in paese e molti di più rispetto al numero effettivo di residenti (meno di 11 mila abitanti). Un boom a dir poco anomalo che si è alimentato negli anni e con il susseguirsi delle varie Amministrazioni. Dal 2020 i pass validi potrebbero essere in un numero compreso tra i 6 e 7 mila al massimo.

© Riproduzione Riservata

Commenti