corsa contro il tempo per i fondi Masterplan

Possibile svolta in arrivo nella corsa contro il tempo dei Comuni di Taormina, Castelmola, e di riflesso anche per Giardini e Letojanni, per non perdere l’opportunità di accedere ai fondi del Masterplan Messina, che prevede per i territori del primo polo turistico siciliano la disponibilità di finanziamenti per 37 milioni inerenti la viabilità. Nell’ambito di un iter che fa riferimento alla Città Metropolitana di Messina, servono 300 mila euro per la progettazione esecutiva del maxi-piano da cantierare già nel 2020 ma i Comuni non sono in grado di assumersi questo onere economico: e allora si va verso la soluzione risolutiva per sbloccare tutto in extremis e che dovrebbe concretizzarsi già dopo le imminenti festività di Pasqua.

La mossa dei sindaci. “Ci vengono date rassicurazioni- spiega il sindaco di Castelmola, Orlando Russo – sulla possibilità di destinare alla progettazione il 10% di anticipo dalle somme che verranno messe a disposizione. Ci viene detto che questa soluzione è fattibile e allora contiamo che la questione si possa sbloccare in tempi brevi, speriamo già entro fine mese. Non c’è alternativa perché i nostri Comuni non dispongono dei 300 mila euro necessari”. Russo ha discusso la problematica qualche giorno fa Palermo anche con l’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone e un’altra missione sempre alla Regione è in agenda in settimana entrante. I Comuni non vogliono perdere i 37 milioni che possono cambiare volto alla viabilità di questo comprensorio e si tratta, per altro, di interventi che avrebbero una tempistica operativa rapida. I sindaci contano di incassare subito il via libera alla copertura delle spese con il 10% di anticipo delle somme, in modo da far redigere i progetti definitivi che vanno presentati entro il 31 dicembre di questo anno mentre entro il 31 dicembre 2020 viene previsto il via ai cantieri.

I progetti. Un progetto da 22 milioni di euro prevede una strada che dovrebbe andare a collegare la popola contrada Mastrissa con Rossello (Castelmola-Taormina) per poi connettersi con un vecchio tracciato sino allo svincolo A18 a Giardini. Si prospetta quindi un collegamento rapido tra Castelmola, le aree periferiche tra Taormina e Castelmola e Giardini all’altezza del casello A18, accanto a Trappitello. Le altre due opere che prevedono il collegamento da contrada Ogliastrello-Blandina (Castelmola-Letojanni), con un progetto da 10 milioni, e un ulteriore iter da 5 milioni per l’asse viario tra la Rotabile Castelmola e il borgo.

© Riproduzione Riservata

Commenti