il sentiero di Goethe

Rimarranno regolarmente aperti anche a Pasqua e Pasquetta, domenica 21 e lunedì 22 aprile – con orario continuato dalle 9 e fino a un’ora prima del tramonto – i siti gestiti dal Parco Archeologico Naxos – Taormina: il Teatro antico, l’Area archeologica e il Museo di Naxos, l’Isola Bella.

“Sentiero di Goethe”. E c’è, dunque, un’altra novità in atto per le migliaia di turisti che già da giorni affollano i siti del Parco: oltre 4500 i visitatori del Teatro antico, lunedì scorso, complice una combinazione favorevole di crocieristi e gite scolastiche. La novità del 2019 è l’introduzione del “Sentiero di Goethe”, un percorso pedonale immerso nel verde di ulivi e pini secolari che, partendo a valle dal secondo ingresso del Teatro – in via Bagnoli Croce (vicino alla Villa Comunale) – conduce dopo una serie di tornanti fino a monte, ossia sul proscenio del magnifico monumento.

Il restyling in biglietteria. La seconda biglietteria di via Bagnoli Croce, inoltre, è stata di recente oggetto di un progetto di restyling che ha coinvolto tutta la segnaletica dell’area archeologica con indicazioni bilingue, icone e informazioni utili a conoscere i vari servizi e esplorare varie zone scoprendo nuovi scorci paesaggistici. Chi vuole immergersi nell’atmosfera dei primi coloni greci che sbarcarono in Sicilia, forse attratti dal “faro” dell’Etna le cui colonne di fumo da millenni sono visibili a distanza dal mare e dalla terra, potrà visitare l’area archeologica e il museo di Naxos, a Giardini, proprio in riva al mare della quieta baia di Schisò, dove i greci ancoravano le loro navi.

Mostra a Palazzo Ciampoli. Da segnalare, infine, la mostra a Palazzo Ciampoli dedicata allo scultore di origine siciliana Francesco Messina, avviata il 15 aprile scorso e che avrà luogo sino al 15 giugno, con 58 bronzi in prestito dal Museo di Milano.

 

 

© Riproduzione Riservata

Commenti