il ristoratore taorminese Daniele Puglia

La prima mini-rivoluzione viaria che interesserà Taormina a partire dal 6 maggio, con le modifiche già disposte dal Comune per le vie Pirandello, Patricio, Circonvallazione, Leonardo da Vinci (Sp10), San Pancrazio (piazza e viale), potrebbe spalancare le porte ad altre novità che vengono sollecitate a gran voce dagli operatori economici della città. La richiesta di diversi commercianti e ristoratori è, infatti, quella di un’estensione del perimetro pedonale del centro storico, sempre nell’ottica di un progressivo spostamento in galleria dei flussi veicolari attorno al “salotto” della città”. Così come dal mese entrante la circonvallazione diventerà percorribile soltanto in salita e in direzione opposta ci si sposterà in galleria Kitson e poi nel tunnel Monte Tauro che collega le zone sud e nord attraverso i parcheggi Porta Catania-Lumbi, c’è fermento e spuntano altre analoghe richieste in città.

L’altro ingresso al Teatro Antico. Gli operatori economici chiedono al Comune di valutare l’opportunità di una pedonalizzazione, e dunque la conseguente chiusura al traffico veicolare della Via Bagnoli Croce. Il Parco di Naxos-Taormina dal 9 aprile scorso, a causa di alcuni lavori in corso, ha spostato proprio in questa via l’ingresso del Teatro Antico che di solito si verificava soltanto dalla Via Teatro Greco e che ora invece avviene in via Bagnoli Croce. Questa soluzione momentanea piace a tanti e sta aprendo il dibattito. Si tratta di un’arteria strategica che a maggior ragione in questi giorni viene percorsa a piedi da tanti turisti e accanto alla quale c’è la Villa comunale e ci sono diverse strutture ricettive, alberghi e b&b.

La proposta. “E’ il momento giusto per provare a chiudere ai mezzi la via Bagnoli Croce – spiega Daniele Puglia, stimato ristoratore taorminese della zona -. Si parla tanto di nuova viabilità e per il futuro delle Ztl ma questa strada può essere davvero un nuovo sbocco importante per la città, per far vedere ai turisti che oltre al Corso Umberto ci sono ulteriori aree altrettanto belle, con attorno i vicoli caratteristici del paese. Lo dimostra lo sguardo incantato dei tanti visitatori del Teatro Antico che al momento per entrare al monumento stanno transitando da qui, dovendo però stare attenti a non essere investiti dai tanti mezzi che transitano sempre da Bagnoli Croce. Già tempo fa ci siamo riuniti, diversi commercianti e ristoratori, per discutere questa soluzione e proporla al Comune. La strada potrebbe rimanere aperta per il carico-scarico delle attività e la chiusura che immaginiamo riguarderebbe i mesi estivi, con il conseguente spostamento dei flussi veicolari in galleria. Chiediamo che questa ipotesi venga almeno sperimentata”.

© Riproduzione Riservata

Commenti