l'assessore Enzo Scibilia

Il Comune di Taormina convoca d’urgenza la ditta a Palazzo dei Giurati per un chiarimento sulla raccolta porta a porta che sinora è un flop. Si tenta una riorganizzazione immediata del servizio scattato a Taormina il 1 aprile scorso e che in questa prima settimana ha già fatto registrare polemiche, disagi e disservizi. Si prevede una riunione fiume oggi al palazzo comunale per provare a mettere a punto una rivisitazione del servizio. Il sindaco Mario Bolognari e il vicesindaco Enzo Scibilia hanno indetto un faccia a faccia con la “Onofaro” che affronterà tutti gli aspetti nevralgici della questione.

Servizio da riorganizzare. “Avremo un confronto che sarà probabilmente una riunione fiume perché dovremo fare chiarezza su tutto quello che non sta andando bene – spiega intanto il vicesindaco Scibilia -. C’è da svoltare subito, anche perché la stagione turistica è vicina. Dovremo prendere decisioni importanti e daremo indicazioni ben precise alla ditta alla quale chiederemo di ottemperare al piano Aro. Occorre un incremento del personale da adibire allo spazzamento e alla raccolta. E ovviamente diremo che le operazioni di ritiro del mastello vanno fatte nelle scale e non per strada, perché tante persone – specie anziani e diversamente abili – non possono essere costretti ogni sera a scendere in strada e poi dover risalire e quindi ridiscendere e risalire anche la mattinata successiva. Su questo punto saremo inamovibili e solleciteremo che il cambiamento avvenga subito, entro due o tre giorni”.

Il problema del Ccr. E c’è poi da affrontare il problema del Ccr, l’area sequestrata di recente dai Carabinieri. “Purtroppo non c’erano le necessarie autorizzazioni, che dovevano esserci già da alcuni fa – afferma Scibilia -. Adesso stiamo cercando di sbloccare la vicenda e ci siamo mossi per la relativa documentazione presso l’Arpa. Andranno eseguiti degli interventi di adeguamento dell’area che costeranno circa 25 mila euro, con delle apposite vasche di raccolta dell’acqua”. Poi il Comune lancia un appello ai cittadini, sull’emergenza dei diversi casi di inciviltà di alcuni residenti che, a prescindere da tutto, stanno sporcando alcune aree del territorio conferendo fuori orario e in aree non autorizzate.

Raccolta a tre ruote. “La raccolta attualmente – conclude Scibilia – è una macchina che cammina con tre ruote, lo ammettiamo ed è evidente ma anche perché ereditiamo delle problematiche che si ripercuotono sul presente. Verranno intensificate le verifiche su chi è poco attento a conferire o peggio ancora sugli incivili da sanzionare. Chiediamo perciò un aiuto ai cittadini, a quelli che amano la nostra città e la vogliono vedere pulita. Li invitiamo a segnalare e fotografare chiunque conferisca fuori orario e a consegnare poi il materiale alla Polizia locale. Facciamo leva su chi vorrà aiutarci a contrastare inaccettabili episodi di inciviltà che concorrono ad aggravare le attuali difficoltà ad ottimizzare il servizio”.

© Riproduzione Riservata

Commenti