la compagine politica "La Nostra Taormina"

L’aggregazione di governo della città, “La Nostra Taormina”, respinge ufficialmente le dure accuse dell’opposizione, che aveva contestato l’operato del dimissionario assessore Giuseppe Caltabiano e aveva quindi chiesto le dimissioni adesso da parte del sindaco Mario Bolognari.

La scelta di Caltabiano. “Le dimissioni di Giuseppe Caltabiano da assessore – si legge in una nota de “La Nostra Taormina” – ci hanno amareggiato molto, perché indubbiamente in questi mesi, da amministratore, si è speso senza risparmiarsi in alcun modo per ciò che ha creduto; amareggiano doppiamente, perché la valenza dell’uomo e del professionista è assoluta fuori discussione, e le sue dimissioni si inseriscono in un momento delicato della vita amministrativa della Città, laddove piuttosto il suo apporto si era rivelato prezioso”.

“Lutto” elettorale. “Non possiamo pertanto che respingere – continua il documento – quelle critiche dure ed ingenerose che una parte della minoranza, rancorosa e a tratti farneticante, ha mosso al suo indirizzo. La elaborazione fisiologica del lutto, e quello elettorale non fa eccezione, dura tra i 3 ed i 6 mesi; oltre si sfora nel patologico, ed è proprio quello a cui stiamo assistendo in questi giorni. Dal canto nostro, piuttosto, riteniamo indispensabile proseguire un percorso di risanamento economico, quale strada obbligata per la sopravvivenza dell’Ente comunale. Un percorso necessario, quindi, che questa maggioranza porterà avanti con un grande senso di responsabilità, ma soprattutto in maniera compatta”.

© Riproduzione Riservata

Commenti