il Giro d'Italia il 10 maggio 2017 a Taormina

Il Corpo di Polizia locale di Taormina si riunirà in assemblea sindacale il 3 aprile. La scelta dei lavoratori del Corpo di Pl sarà un gesto significativo e non casuale perché ricadrà proprio in concomitanza con il previsto passaggio del Giro di Sicilia a Taormina, atteso alle ore 13.03 di mercoledì prossimo. Il personale della Polizia locale sarà in assemblea dalle ore 11 alle 14. Un segnale, insomma, eloquente che avviene mentre l’organico è ridotto ormai da tempo ai minimi storici e si allontana la prospettiva di una soluzione risolutiva che vada ad ampliare il numero di agenti e ufficiali in servizio.

Emergenza al punto di non ritorno. “E’ chiaro che da parte nostra c’è forte preoccupazione – spiega il rappresentante sindacale, l’ispettore capo Nino Raneri -, a fronte di un problema irrisolto. Da 30 anni a questa parte abbiamo sempre garantito tutti i turni e tutti i servizi. Ci siamo fatti in quattro per far risultare Taormina vivibile e presentabile. C’è una forte carenza di personale e l’età media dei lavoratori della Polizia locale qui oggi è di 60 anni. Anche nelle giornate di Carnevale, tutto il personale anziché fare le 6 ore previste dal Ccnl ha coperto l’intero servizio dalle 10 del mattino alle 2 di notte, senza chiedere maggiorazioni. Per altro, da qualche mese non ci vengono corrisposti gli emolumenti certi e continuativi che invece ci spettano. Ci dà conforto, a tal riguardo, una sentenza del Tribunale di Reggio Calabria e una del Tribunale di Treviso, e persino una sentenza della Corte dei Conti che stabilisce che gli emolumenti certi e continuativi devono essere corrisposti mensilmente anche in assenza di bilancio di previsione”.

L’auspicio. “Ci auguriamo – conclude Raneri -, per noi lavoratori e soprattutto per la citta di Taormina che al più presto venga portato ed esitato in Consiglio comunale il bilancio, in modo tale che l’Amministrazione riesca ad avviare l’iter per l’assunzione di agenti e ufficiali. E’ chiaro e del tutto evidente che non si può più andare avanti”.

© Riproduzione Riservata

Commenti