l'ex chiesa di San Giuseppe a Mazzeo

Scatteranno ad aprile i lavori per la definitiva ristrutturazione della ex chiesa di San Giuseppe ubicata a Taormina, nella frazione di Mazzeo. Nei mesi scorsi la Regione Siciliana aveva trasmesso al Comune di Taormina il decreto di finanziamento delle opere. Potrà così essere utilizzato un fondo che era stato intercettato dalla casa municipale già diversi anni fa e che ad un certo punto si è temuto fosse andato in fumo.

Recupero strutturale. La Regione, su iniziativa dell’assessore ai Lavori pubblici, Enzo Scibilia, ha dato l’ok definitivo all’adeguamento normativo e funzionale della ex Chiesa di San Giuseppe e delle aree connesse, mediante il recupero strutturale di un immobile ritenuto di valore storico-culturale con il ripristino della funzione pubblica. “Potrà così essere realizzato quanto occorre per avere un centro diurno, come punto di incontro per i cittadini di Mazzeo”, ha evidenziato Scibilia.

Le opere previste. “I lavori ripartiranno ad aprile e così l’edificio sarà finalmente restituito alla comunità della frazione”, ha aggiunto Scibilia. Il progetto esecutivo per la ex chiesa era stato ammesso a finanziamento per 800 mila euro già nel 2014. L’assessorato alle Infrastrutture ha esitato adesso la perizia di variante ed ha accolto alcuni chiarimenti sollecitati da Palermo per definire l’iter. Alla fine la Regione ha stanziato 600 mila euro, con importo rivisitato rispetto a quello iniziale. Tra le attività previste in variante c’è la sistemazione dell’impianto elettrico, e la realizzazione di un impianto fotovoltaico, nonché la manutenzione delle parti strutturali dell’opera, esami geotecnici e geologici del complesso.

© Riproduzione Riservata

Commenti