il consigliere di opposizione Salvo Cilona

“Da quando si è insediata questa Amministrazione ha fatto soltanto proclami. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. L’assessore Caltabiano era convintissimo di far approvare nei tempi tutte quelle delibere che lui ha posto in essere ma non è stato possibile e glielo avevo detto. Di quale “Operazione verità” si sta parlando? Si vuole fare capire che abbiamo fatto qualche azione illegale? Se così è, allora che questa Amministrazione faccia delle denunce. Io non ho paura di nessuno e sarò felicissimo di essere chiamato dalle autorità competenti. Non sono mai stato sfiorato da un minimo dubbio in 25 anni di politica. Nessuno ha storpiato i numeri nei bilanci del Comune di Taormina. Di quale operazione verità si sta parlando?”. Lo ha dichiarato il consigliere di opposizione ed ex assessore al Bilancio, Salvo Cilona.

L’ombra del dissesto. “Lo sbaglio di strategia – ha detto Cilona – è datato 4 dicembre 2018. Non è immaginabile che il 4 dicembre, di mattina, sia stato approvato in Consiglio comunale il consuntivo con il parere non favorevole dei revisori e lo stesso giorno, nel pomeriggio, la Giunta si è riunita per approvare il bilancio di previsione 2018. Io avevo consigliato di non avere fretta e di guardare gli atti con calma. Non sono stato ascoltato e questi sono i risultati. Ora la città è in un vicolo stretto: cosa diremo alla Corte dei Conti? Sia chiaro che io non ho mai fatto nessuna azione contro la città. L’Amministrazione Giardina ha ereditato un Comune fallito, con i bilanci 2010-11-12 che erano terribili e il Comune che era strutturalmente deficitario, cioè fallito. Capisco il gesto dell’ormai ex assessore Caltabiano. Noi nella passata legislatura eravamo riusciti a risalire la china ma quando mi sono insediato io ho trovato 5 milioni di scopertura in banca. L’attuale sindaco dovrebbe seguire le orme dell’assessore Caltabiano, e intanto lo invito ad andare dalle autorità competenti se ritiene che ci sia qualcosa che non va o che siano state nascoste delle cifre nei bilanci del Comune. Di certo non esiste nessuna operazione verità. Taormina non può e non deve fallire, nessuno si metta in testa di portare il Comune ad un dissesto pilotato”.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti