Giovanni Aucello

“La Voce del Mare” va in pressing sul Comune di Taormina e su Asm per una soluzione che possa consentire l’accoglienza dei bus turistici nel piazzale di Mazzarò. Il comitato dei residenti di Mazzarò e Isolabella spinge ed è pronto a predisporre una formale richiesta alla casa municipale. La svolta secondo il presidente Giovanni Aucello “potrebbe arrivare con un progetto i cui costi di realizzazione non supererebbe i 50 mila euro”.

Coprire la scalinata. “L’idea, assolutamente fattibile, sulla quale puntiamo e che invitiamo il Comune e l’Asm ad attivarsi per poterla concretizzare al più presto è quella di coprire l’area che sovrasta la scalinata che porta alla spiaggia di Mazzarò, proprio nel punto di ingresso al piazzale di Mazzarò – spiega Aucello -. Coprire quel punto non costa molto e darebbe una svolta totale per la sosta breve, il carico e scarico dei bus turistici ma anche per quelli di linea, che oggi non hanno alternativa al fare manovra e sosta rapida lungo la SS114 con tutti i relativi pericoli e le code veicolari che ne conseguono. Ricordiamo, tra l’altro, che Asm nel 2018 ha indetto un concorso di idee per coprire l’area di transito SS114-Mazzarò di cui parliamo, quindi si tratta di trovare le risorse per intervenire. E’ un’esigenza di viabilità e di sicurezza, ancor prima che un’opportunità per il turismo e per l’economia del territorio di Mazzarò e Isolabella”.

ll consolidamento del piazzale. Aucello invece si dice scettico sull’opportunità di future opere per consolidare il piazzale: “Realisticamente bisogna dire che un intervento su una superficie più ampia costerebbe tanto e basterebbe andare a vedere come venne realizzato il soffitto del parcheggio sotterraneo oggi gestito da Asm per capire che a suo tempo venne commesso un enorme errore perché il problema andava pensato e affrontato in origine. Invece la copertura all’imbocco del piazzale è una soluzione immediata e fattibile a costi bassi”. L’iter pubblico dal quale si potrebbe, insomma, ripartire è quello del concorso di idee che venne indetto da Asm per procedere alla copertura dell’area di collegamento della stazione tra la strada statale SS114 e il piazzale della funivia di Mazzarò, all’altezza dell’area di passaggio che costeggia la stazione di valle dell’impianto funiviario (all’imbocco della via Nazionale).

© Riproduzione Riservata

Commenti