caos viario a Porta Messina

La rivoluzione della viabilità a Taormina diventerà realtà in due fasi ma già da subito ci sarà “un anticipo” di Ztl. Le Zone a traffico limitato con il controllo elettronico delle telecamere, che scatteranno a tutti gli effetti dal 2020, saranno infatti sin da questa estate precedute da un’ordinanza che verrà emanata quanto prima dal sindaco Mario Bolognari e rappresenterà il primo momento significativo di cambiamento dei flussi di circolazione per l’accesso (e l’uscita) in città. Ad annunciare le intenzioni della casa municipale è stato proprio il primo cittadino, che emetterà da qui a breve un’ordinanza destinata a imprimere i primi cambiamenti in centro storico.

Le scelte immediate e il 2020. “Le Ztl che vogliamo attivare – spiega Bolognari – in parte vanno considerate una misura tecnologica per controllare il territorio attraverso le telecamere e una centrale di controllo, oltre ad un certo numero di persone previste – circa 18 – che saranno sul territorio e ci consentiranno di sopperire alla carenza di persona della Polizia locale sul territorio. C’è poi un altro aspetto che riguarda la viabilità, i sensi unici per la sosta, e la possibilità quindi di parcheggiare e superare i varchi per raggiungere alcuni quartieri. Noi pensiamo già da subito di fare un’ordinanza per questo secondo aspetto, fare cioè un atto che dia avvio immediato da questa estate a una nuova viabilità e a nuove norme per l’ingresso in città. Il controllo, quello tecnologico, verrà successivamente attraverso una gara d’appalto e l’approvazione di un progetto e la realizzazione vera e propria di questi sistemi, i cui tempi di attuazione non potranno coincidere con la stagione estiva 2019. Tuttavia avremo la possibilità, intanto, di sperimentare parzialmente questo sistema già quest’anno in modo che possa entrare in vigore a pieno titolo tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020”. “L’obiettivo, lo ribadiamo – rimarca Bolognari -, non sarà quello di chiudere la città ma di razionalizzare i flussi”.

I due progetti. Per le Ztl con telecamere, il cui iter andrà in appalto con apposito project financing all’Urega nei prossimi mesi, intanto verrà scelto nei prossimi giorni, forse già entro questa settimana, il progetto tra i due competitor che si sono fatti avanti. L’8 ottobre 2018 era pervenuta in Comune la proposta di project financing da parte della società “Cannistraci Salvatore” per la realizzazione di un impianto di controllo degli accessi Ztl, per la gestione del parcheggio Porta Pasquale e delle zone blu adibite a parcheggio. Poi il 19 febbraio scorso è pervenuta a Palazzo dei Giurati, da parte della società “Telereading srl”, un’altra proposta per la realizzazione del sistema integrato di gestione della mobilità urbana e di prevenzione e controllo della violazione delle regole sulla circolazione e la sosta. Questo iter viene sovrinteso dal vicecomandante della Polizia locale, Daniele Lo Presti, di recente nominato Rup per la realizzazione del sistema integrato Ztl di gestione della viabilità a Taormina.

© Riproduzione Riservata

Commenti