piazzale della funivia di Mazzarò
il piazzale della funivia a Mazzarò

“La zona di Mazzarò e Isolabella ha le carte in regola per diventare un nuovo punto di riferimento dei flussi dei bus turistici a Taormina”. Lo afferma Giovanni Aucello, presidente de “La Voce del Mare”, il comitato di cittadini della frazione litoranea che si candida al ruolo di futura addizione nell’accoglienza dei pullman turistici in città. Per questo “La Voce del Mare” sollecita Comune e Asm alla previsione di “un apposito progetto di consolidamento della sede stradale del piazzale di Mazzarò, la superficie cioè soprastante il parcheggio sotterraneo gestito dell’azienda municipalizzata”.

Consolidare il piazzale. “Oggi nel piazzale della funivia non possono accedere perché in passato, quell’area non è stata dotata degli appositi materiali in grado di reggere al transito dei mezzi pesanti – afferma Aucello – ma se venissero effettuati gli opportuni, ed anzi necessari, lavori di consolidamento in grado di rendere accessibile il piazzale anche ai bus, in tal caso si aprirebbero nuove prospettive per l’intera frazione. Sarebbe una scossa per l’economia della zona a mare ma anche un toccasana per la viabilità, visto che spesso assistiamo alla presenza di bus che per il carico e scarico dei passeggeri devono fare manovre azzardate lungo la strada statale 114 e intralciano la circolazione veicolare. Si potrebbe, di riflesso, allentare la pressione su Taormina centro. Inoltre, bisogna tenere conto del fatto che ai piedi del piazzale della Madonnina verrà realizzata la nuova stazione ferroviaria, quindi almeno in parte si dovrà decongestionare il centro dai tanti bus che oggi hanno come unico punto di approdo la parte alta di Taormina”.

Ipotesi che può diventare necessità. “Non servono cifre astronomiche per fare questa opere di consolidamento del piazzale, si tratta di lavori sicuramente fattibili”, aggiunge Aucello. L’intervento dovrebbe vedere protagonista il Comune ma anche Asm, che gestisce il servizio di strisce blu del piazzale scoperto di Mazzarò e il parcheggio sotterraneo. L’ipotesi è destinata a diventare forse una necessità proprio alla luce di quanto previsto nel progetto per il raddoppio ferroviario che individua la stazione ferroviaria ai piedi del piazzale della Madonnina. In sostanza, per allentare la pressione sul centro di Taormina si dovrà iniziare a guardare anche a delle alternative. Una di queste potrebbe essere il piazzale di Mazzarò, che può contare sul collegamento diretto al centro storico tramite la limitrofa funivia e consentirebbe insomma di smaltire i flussi in tempi abbastanza rapidi.

© Riproduzione Riservata

Commenti