la sfilata conclusiva a Trappitello

Va in archivio il Carnevale nella Città di Taormina e l’edizione 2019 conferma il gran ritorno di una festa che, anno dopo anno, sta riemergendo in modo significativo e in queste giornate ha visto la presenza di un fiume di gente in paese in tutte le quattro sfilate dei carri allegorici e dei gruppi in maschera. Tanti spettatori e un clima di festa che ha promosso a pieni voti l’impegno di tutti i carristi. I carri hanno sfilato domenica 3 marzo e martedì 5 marzo a Taormina centro in Corso Umberto, mentre sabato 2 marzo e ieri 9 marzo a Trappitello lungo la Via Francavilla. Il cartellone allestito dal Comune  è riuscito a proporre un evento gradevole che ha regalato momenti di relax e divertimento ad un pubblico giunto nella Perla dello Ionio da tutto il comprensorio ed anche da altre zone della Sicilia.

Festa e risveglio. L’evento ha idealmente riportato le lancette del tempo indietro, a quel passato in cui il Carnevale di Taormina rappresentava uno degli spettacoli più ammirati in Sicilia. Un’altra epoca, ma la passione e la voglia di fare qualcosa di bello non sono mancati. Ed è stato anzi encomiabile lo spettacolo messo in scena da ogni carro e ogni singolo partecipante. Una ventata di entusiasmo e di movimento per le strade, con il risveglio del territorio dal mortorio invernale che da tempo immemore ormai Taormina fa una gran fatica a scrollarsi di dosso nei mesi invernali. Il Carnevale in Corso Umberto ha rinverdito la sua importante tradizione, e allo stesso tempo cresce e si va allargando anche alla zona dell’Alcantara quello di Trappitello.

Il gran finale. Ieri sera il gran finale del Carnevale 2019 con la sfilata a Trappitello, con l’organizzazione in prima linea di Tra-Ormina Forum, l’associazione che ha voluto scommettere sulla sinergia (rivelatasi vincente) con i Comuni della Valle dell’Alcantara. In Via Francavilla è andato in scena, alla presenza di tantissima gente, il Trofeo Valle dell’Alcantara, che ha visto unirsi ai carristi di Trappitello anche quelli di Fiumefreddo e Calatabiano, Graniti e Francavilla di Sicilia.

© Riproduzione Riservata

Commenti