Messina - Palazzo del Governo (Prefettura)
la Prefettura di Messina

La Prefettura di Messina dice no al Comune di Taormina sulla richiesta di utilizzo interforze dei sigway elettrici acquistati lo scorso anno dalla casa municipale nell’ambito del progetto “Spiagge Sicure”. I vertici di Palazzo dei Giurati avevano richiesto l’autorizzazione alla Prefettura a poter apporre sui sigway nel quale un logo di comparto sicurezza Città di Taormina, al fine di permettere non solo alla Polizia locale ma anche agli altri Corpi di polizia di utilizzare quei mezzi per un ulteriore servizio di pattugliamento del Corso Umberto. La risposta arrivata dalla Prefettura non è stata però positiva.

La risposta. “Con riferimento alla proposta formulata il 4 ottobre scorso – si legge nella nota trasmessa dal viceprefetto al sindaco del Comune di Taormina – relativamente all’utilizzo congiunto dei due sigway acquistati nell’ambito del finanziamento concesso per il progetto “Spiagge sicure” 2018″, attraverso anche l’apposizione degli stemmi delle Forze di Polizia e della Polizia locale, si rappresenta che la richiesta in parola è stata esaminata nel corso di una riunione tecnica di coordinamento alla presenza delle Forze di Polizia interessate.

La decisione. Gli organi di Polizia, da ultimo con nota della Questura del 4 febbraio scorso, hanno concordemente qui rappresentato, a seguito degli approfondimenti appositamente condotti, sulla base delle vigenti disposizioni ministeriali, di non potere aderire alla proposta in esame”. Dunque, i sigway potranno essere utilizzati soltanto dalla Polizia locale e non ci sarà questo ulteriore interforze. A Taormina, va ricordato, per quanto riguarda la sicurezza in centro storico, sono stati collocati di recente i dissuasori anti-terrorismo tramite appositi monoliti posti a Porta Catania e Porta Messina.

© Riproduzione Riservata

Commenti