l'ing. Sergio Sottile, direttore d'esercizio della funivia

“Pace fatta” tra Asm e il direttore di esercizio della funivia di Taormina, l’ing. Sergio Sottile. Le parti hanno infatti siglato un’intesa transattiva che mette fine al contenzioso sinora in atto tra le parti dal 2017. Nel luglio di due anni fa, infatti, Sottile aveva depositato un ricorso per decreto ingiuntivo al Tribunale Civile di Catania, al fine di ottenere il pagamento di compensi per parcelle del 2016 e compensi relativi al primo semestre del 2017, complessivamente pari a 26 mila e 642 euro. Il Tribunale Civile di Catania ha deciso quindi di ingiungere all’Asm di pagare all’ing. Sottile i 26 mila euro oltre ad interessi e spese. Con atto di citazione in opposizione, l’Asm ha contestato il credito al fine di ottenere la revoca ed il tentativo di bonario componimento è stato poi rinviato al 3 giugno di questo anno.

L’accordo. Nel frattempo si è svolto un incontro tra le parti che hanno ritenuto di poter definire le opposte posizioni con una composizione bonaria e transattiva della controversia. Le parti si sono così accordate riconoscendo al direttore di esercizio della funivia come compenso per tutte le prestazioni oggetto del contratto a suo tempo sottoscritto l’importo mensile di 3 mila 100 euro. L’Asm si è impegnata a corrispondere al funzionario la somma scaturente dalla differenza fra tutti gli importi dallo stesso percepiti per i periodi successivi all’agosto 2016, sino alla data odierna, e a rideterminarsi nella concordata misura mensile.

Accordo triennale. “La superiore complessiva somma verrà corrisposta entro i 30 giorni alla sottoscrizione della transazione”, si legge a conclusione dell’atto con il quale l’Asm che si impegna quindi a stipulare l’accordo con Sottile, che a sua volta accetta a decorrere dallo scorso gennaio 2019 un nuovo contratto di incarico per la direzione di esercizio della funivia Taormina-Mazzarò della durata di tre anni.

© Riproduzione Riservata

Commenti