l'incontro a Palermo con l'assessore Razza

“L’assessore Razza ha dato ampie rassicurazioni in merito a delle preoccupazioni paventate sull’ospedale San Vincenzo di Taormina ma che di fatto non sono presenti nella rete ospedaliera inerenti soprattutto il personale; in tal senso ha comunicato come in relazione al personale sono state già avviate le procedure per la copertura dei posti previsti in pianta organica, al fine di migliorare i servizi resi all’utenza”. Lo ha dichiarato l’on. Danilo Lo Giudice, che ha preso parte ieri all’incontro a Palermo tra l’assessore alla Salute, Ruggero Razza, e la delegazione di amministratori e consiglieri comunali taorminesi, che hanno discusso nell’occasione la situazione dell’ospedale di Taormina.

Taormina punto di riferimento. “L’incontro – ha detto Lo Giudice – ha permesso di chiarire alcuni aspetti importanti soprattutto sotto il profilo tecnico che evidenziano come da parte del Governo Regionale ci sia la volontà di puntare su Taormina come punto di riferimento della sanità siciliana. Ringrazio l’assessore Ruggero Razza per la sua disponibilità e sensibilità mostrata sul tema, ma soprattutto per le rassicurazioni forniteci in merito all’avvio delle procedure per la copertura dei posti previsti in pianta organica,in particolare per ciò che concerne i reparti emergenziali oltre che per il rinnovo della convenzione con l’ospedale Bambino Gesù per il mantenimento della cardiochirurgia pediatrica”.

Nessun ridimensionamento. “Taormina non subirà alcun ridimensionamento – ha dichiarato proprio l’assessore Razza- anzi proprio il Pronto Soccorso è stato elevato a struttura complessa e questo ci consentirà di migliorarne i servizi all’utenza notevolmente; sarà inoltre attivata anche per Taormina la convenzione con la Croce Rossa Italiana al fine di garantire un primo front office utile all’utenza. C’è assoluta volontà di mantenere la cardiochirurgia pediatrica e tutte le nostre azioni sono orientate in tal senso oltre che la copertura dei posti previsti in pianta organica mediante i concorsi a tempo indeterminato alcuni avviati, alcuni in fase di attivazione che ci consentiranno di garantire ulteriori 37 medici e 37 infermieri, dando realmente un vero e proprio slancio alla struttura ospedaliera”.

© Riproduzione Riservata

Commenti