il presidente del Consiglio comunale, Lucia Gaberscek

Arrivano segnali confortanti da Palermo, dove nelle scorse ore una delegazione del Comune di Taormina si è recata per un incontro con l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza. Riflettori puntati sull’ospedale San Vincenzo e le indicazioni emerse dal faccia a faccia palermitano delineano un futuro all’altezza delle aspettative per il presidio di contrada Sirina. Nell’occasione erano presenti il sindaco Mario Bolognari, il presidente del consiglio comunale Lucia Gaberscek, l’assessore Andrea Carpita e i consiglieri Antonio D’Aveni, Manfredi Faraci, Claudio Giardina e Marcello Passalacqua, ed anche il deputato regionale Danilo Lo
Giudice.

La spina dorsale del nosocomio. Sull’esito del dibattito che ha riguardato in assessorato il futuro del “San Vincenzo” esprime soddisfazione il presidente del Consiglio, Lucia Gaberscek. “L’incontro con l’assessore Razza – afferma Gaberscek – è stato assolutamente positivo e a nome di tutto il Consiglio comunale lo ringraziamo per la sensibilità dimostrata. Nelle sue parole, L’ospedale di Taormina è tra le priorità di questo governo regionale e questo ci conforta: non ci sarà nessun depotenziamento. Questo consiglio comunale, compatto e coeso su un argomento così importante, si è sempre battuto in difesa del presidio di contrada Sirina, vera eccellenza del Centro Sud Italia. Durante l’incontro di ieri sono state esposte una serie di criticità di alcuni reparti che rappresentano la spina dorsale per il nosocomio. A questo va aggiunto che la carenza di personale, di fatto, diminuisce l’efficienza del servizio rivolto ai cittadini. anche su questo l’assessore ci ha confortati annunciando che le procedure per la copertura dei posti sono stati avviati. Tutta la nostra comunità attendeva da tempo rassicurazioni che adesso sono arrivate. La nostra attenzione rimane comunque sempre alta, la difesa dell’ospedale sarà sempre una prerogativa del nostro Consiglio comunale”.

Pianta organica da potenziare. L’assessore Razza ha dato ampie garanzie in merito alle preoccupazioni paventate e ha comunicato anche come, in relazione alla carenza di personale, sono state già avviate le procedure per la copertura dei posti previsti in pianta organica, al fine di migliorare i servizi resi all’utenza. Rassicurazioni anche in merito al mantenimento della cardiochirurgia pediatrica, per la quale è stato già ribadito al ministero la volontà di mantenerla a Taormina sfruttando la possibilità di stipulare una convenzione per la Regione Calabria.

© Riproduzione Riservata

Commenti