Asm nel mirino dell'Agenzia delle Entrate

Stangata dell’Agenzia delle Entrate nei confronti di Asm. L’Azienda Servizi Municipalizzati di Taormina ha ricevuto delle notifiche con avvisi di accertamento dall’Agenzia delle Entrate in cui si riscontrano mancati adempimenti fiscali riguardanti la dichiarazione dei redditi sui bilanci di Asm e pertanto la stessa viene chiamata ad un maxi-pagamento complessivo da oltre 850 mila euro. Una sanzione che rischia di infliggere un duro colpo alle casse di Asm proprio nel momento in cui era stata allontanata la fase critica e si prospetta l’uscita dalla liquidazione che l’Amministrazione comunale vorrebbe attuare nei prossimi mesi. Il commissario liquidatore Agostino Pappalardo sta affrontando la vicenda insieme al nuovo esperto contabile e fiscale di Asm, Enrico Spicuzza, il presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti chiamato ad effettuare una ricognizione dei bilanci della municipalizzati.

Summit con il sindaco. Alcuni errori che sarebbero stati commessi, quindi, in precedenza nei dati inseriti nelle dichiarazioni dei redditi di Asm rischiano di costare caro all’azienda che si trova ora a dover fare i conti con una maxi-multa che, a questo punto, allontanerebbe anche la prospettiva della fuoriuscita dalla liquidazione in atto dal settembre 2011. Sul caso sia Pappalardo che Spicuzza potrebbero incontrare già nella giornata odierna il sindaco Mario Bolognari per fare il punto della situazione e cercare di dirimere la “patata bollente” della maxi-sanzione imposta dall’Agenzia delle Entrate. Asm rischia di trovarsi nuovamente con i conti in rosso o perlomeno con una carenza di liquidità, tenendo anche conto dell’irrisolto rebus del “dare-avere” e che lo scorso dicembre ha già versato i 2 milioni di euro spettanti al Comune per il ticket dei parcheggi 2015, 2016 e 2017 ma, di contro, non ha ancora ricevuto invece dalla casa municipale il pagamento per i servizi di scuolabus, illuminazione e servizio idrico richiesti dal 2015 in poi.

Ricognizione e ricorso. La municipalizzata sta effettuando adesso una ricognizione degli atti attraverso l’attività di chek-up finanziario avviata dal consulente Spicuzza (al quale è stato affidato il monitoraggio dei bilanci Asm 2011-2017 che dovranno arrivare in Consiglio comunale) e verranno predisposti, quindi, le relative opposizioni con il tentativo attraverso un ricorso di chiarire la vicenda. Diversamente si tratterebbe di un fardello pesante al quale Asm dovrà adempiere e che inciderebbe in modo significativo sull’iter in corso di riassetto definitivo dell’ente in vista dell’auspicata conclusione della lunghissima fase di liquidazione che dura da quasi 8 anni.

© Riproduzione Riservata

Commenti