la SS114 nel tratto di Isolabella

Via libera dell’Anas alla realizzazione del marciapiede sulla SS14 a Mazzarò, per rendere fruibile in condizioni di maggiore sicurezza per i pedoni la strada statale nel tratto tra Isolabella e la galleria paramassi che porta a Capo Taormina. L’Anas formalizzerà nei prossimi giorni il suo parere positivo – rende noto l’assessore Enzo Scibilia – e questo rappresenta certamente un fatto importante per dare subito un importante impulso all’iter avviato dal Comune di Taormina per consentire la realizzazione di questo intervento di cui si occuperà in termini di opera di compensazione un privato come da regolare impegno già assunto con il Comune”.

La delibera di Consiglio comunale. Il Civico consesso di recente ha esitato, nell’ambito di una delibera inerente un intervento edilizio previsto in zona Isolabella, un emendamento presentato proprio da Scibilia (nella qualità di consigliere comunale) nel quale si accoglieva la disponibilità data da un’impresa a creare un marciapiede sulla strada statale. Si tratta di una ditta che ha presentato al Comuna un progetto per la ristrutturazione e riqualificazione ambientale e paesaggistica di un fabbricato esistente sito in via Nazionale (Isolabella) mediante demolizione e ricostruzione, e cambio di destinazione d’uso da attività commerciale a residence turistico-alberghiero con il mantenimento dei parametri urbanistici esistenti. Adesso, in attesa di ricevere il parere positivo che verrà formalizzato dall’Anas, il Comune di Taormina invierà analoga richiesta di parere su questo intervento anche alla Soprintendenza di Messina.

Sicurezza a costo zero. “Il marciapiede che verrà realizzato – ha detto Scibilia – si estenderà dalla galleria paramassi sino al tratto antistante un noto ristorante che si trova poco prima della scalinata per Isolabella. Sarà così possibile dare più sicurezza ai turisti e ai residenti, e tutto questo a costo zero per le casse comunali”. Difficilmente si farà in tempo a realizzare questi lavori entro la stagione turistica 2019 ma l’iniziativa potrebbe diventare realtà a partire dal 2020, dando un nuovo volto sia come fruibilità che come sicurezza alla SS14 nel tratto di Isolabella. Si prevede la rimozione del muretto attuale e la collocazione di tubolari in acciaio, con un rialzamento della sede stradale di 50 centimetri. In questo modo turisti e residenti non dovranno temere di essere investiti e si riuscirà ad evitare il ripetersi di tragici fatti come quello dell’estate 2018 quando un incidente costrinse una ragazza di 20 anni all’amputazione di un piede.

© Riproduzione Riservata

Commenti