riparte l'iter per un asilo nido a Trappitello

Dopo aver perso di recente in via definitiva il finanziamento da Un milione di euro per la realizzazione del nuovo asilo nido a Trappitello, il Comune di Taormina prova subito ad avviare un nuovo iter per accedere ai bandi regionali ed ottenere le somme che occorrono a realizzare l’opera nella popolosa cittadina. E così la Giunta ha previsto l’assegnazione delle somme ad un professionista per redigere la nuovo documentazione esecutiva, i piani di sicurezza, i calcoli statici e per impianti elettrici, la relazione geologica e quanto occorre per intercettare le somme per l’adeguamento e la manutenzione straordinaria dei locali di Via Santa Filomena dove si prevede già da tempo la realizzazione (mediante demolizione e ricostruzione) di un asilo nido. I vertici di Palazzo dei Giurati hanno disposto un impegno economico di 41 mila 500 euro per la predispozione dei relativi atti. L’iter viene seguito dall’assessore ai Lavori pubblici, Enzo Scibilia.

Il nuovo bando. I fondi che il Comune proverà ad ottenere riguardano un bando pubblicato dalla Regione Siciliana (Assessorato alle Politiche Sociali) pubblicato sulla Gurs il 21 dicembre 2018 con decreto del 29 novembre 2018 avente per oggetto “Servizi di cura per la prima infanzia – Asili”, con disponibilità di somme per “Interventi infrastrutturali a titolarità pubblica per l’implementazione dei nidi di infanzia e dei servizi integrativi per la prima infanzia”, nel rispetto degli standard strutturali e organizzativi di cui al Dprs n.126 del 16 maggio 2013.

Il precedente fondo in fumo. L’obiettivo sarà quello di rimediare all’esito negativo del precedente iter sul quale il Comune aveva già ottenuto le somme nel 2013 e che inizialmente prevedeva per il Comune un impegno in termini di cofinanziamento per 50 mila euro. Successivamente, in sostanza, non vennero effettuati tutti gli adempimenti dovuti e il finanziamento in sostanza venne perso. La Regione aveva fatto sapere al Comune che c’era l’opportunità di recuperare il finanziamento ma la condizione che veniva posta all’Amministrazione era quella di impegnarsi a cofinanziare il progetto non più per 50 mila euro ma per 300 mila euro. A quel punto il Comune ha scelto di smarcarsi e destinare, invece, tra le risorse del bilancio 320 mila euro al cofinanziamento dei lavori di ristrutturazione della ex scuola elementare “Vittorino da Feltre” (i cui atti a breve verranno trasmessi all’Urega per la relativa gara d’appalto).

Progetto per 60 bambini. Per quanto concerne l’asilo che si intende realizzare a Trappitello si punterà all’adeguamento e la manutenzione ordinaria dell’edificio di Via Santa Filomena, cercando di rimettere in piedi l’iniziativa con nuovi presupposti e per far diventare realtà una struttura che accoglierebbe 60 bambini: piccoli utenti di Trappitello, ma anche di altri centri limitrofi della Valle Alcantara. Si tratta di una svolta attesa da parecchie famiglie per un servizio oggi assente e per il quale si si spera non si debba ancora attendere tanto tempo prima che diventi realtà.

© Riproduzione Riservata

Commenti