la Villa comunale di Taormina

Approvata dal Consiglio comunale di Taormina la proposta di protocollo d’intesa tra il Comune e l’ex Forestale per l’affidamento in gestione al Dipartimento Regionale Sviluppo Rurale e Territoriale di spazi che necessitano di manutenzioni ed in particolare ubicati tra la Villa comunale e i terreni sottostanti che portano sino alla SS114 a Villagonia. La delibera è stata esitata all’unanimità dai consiglieri presenti in aula.

Arriva un Museo. “Si tratta di una convenzione – ha spiegato il sindaco Mario Bolognari – che era stata predisposta già in occasione del periodo del G7 nel 2017, in un’ottica allora di opere di ammodernamento e di ristrutturazione della Villa comunale affidate all’ex Corpo Forestale. All’interno della villa si trova un immobile, una casa di proprietà dell’ex Forestale, e i terreni attorno che arrivano sino alla SS114 a Villagonia sono invece di pertinenza del Comune. Per questo, attraverso la convenzione, si andranno a mettere insieme questi beni poiché la Forestale vuole realizzare nella casa di sua proprietà un Museo dedicato al patrimonio naturalistico della Regione con attrezzature multimediali che rappresentino il Parco dell’Etna, il Parco Fluviale dell’Alcantara, il Parco di Isolabella, una serie di beni insomma che diventeranno luogo di visita per le scuole e ovviamente per i turisti”.

Il percorso. “L’accesso a questa casa – continua Bolognari – andrà assicurato dall’interno della Villa comunale, realizzando un camminamento all’altezza dell’ex bar, oggi abbandonato, che dovrebbe diventare un percorso di accoglienza per il Museo. Tutta la parte sottostante, sino alla SS114, le coste cioè della Villa, al momento insicure e rovinate, potranno essere sistemate e messe in sicurezza, a quel punto potendo avere un percorso parallelo ed alternativo alla Via Madonna delle Grazie, anche se più in direzione nord rispetto al sentiero. Il percorso da mettere in sicurezza in modo ottimale, così come sa fare la ex Forestale, potrà rappresentare un percorso didattico per le scuole ed appunto per i visitatori della Villa comunale”.

© Riproduzione Riservata

Commenti