Ruggero Razza e Nello Musumeci

L’ospedale San Vincenzo di Taormina rimane sotto i riflettori e la città di Taormina vuole tenere alta l’attenzione sul paventato depotenziamento di alcuni reparti che era emerso anche nei mesi recenti e sul quale sono giunte poi rassicurazioni sia dal Governo regionale che dall’Asp Messina. Per questo il 28 febbraio una delegazione di amministratori taorminesi si recherà a Palermo per incontrare l’assessore alla Salute, Ruggero Razza, per discutere la situazione del presidio ospedaliero di Taormina, e dunque per avere rassicurazioni sul mantenimento degli standard di eccellenza del nosocomio.

L’iniziativa del Consiglio comunale. L’assemblea, come si ricorderà, aveva approvato nei mesi scorsi due odg, uno presentato dalla maggioranza e poi un altro da parte dell’opposizione. Le parti politiche hanno successivamente sintetizzato i due odg, accorpandoli in un unico documento.Nel documento inviato a Palermo è stata evidenziata “la viva preoccupazione della cittadinanza/utenza e del Consiglio Comunale sul rischio di una paventata deriva assistenziale e diagnostico-terapeutica dell’Ospedale di Taormina, che dovrebbe invece mantenere standard operativi elevati, con la prospettiva di un sempre maggiore potenziamento delle sue strutture e delle attività erogate, a beneficio di una utenza numerosa, cosmopolita ed in continua crescita”. Da qui la richiesta di un incontro ufficiale con l’assessore Razza.

© Riproduzione Riservata

Commenti