il palazzo dell'ex pretura di Taormina
il palazzo dell'ex pretura di Taormina

Mentre l’Ars alla fine con il voto della manovra economica ha reso meno amara la “pillola” del taglio al finanziamento annuale alla Fondazione TaoArte, che scende complessivamente da Un milione e 300 mila euro e Un milione di euro circa, si stringono i tempi per ultimare le procedure che dovrebbero rendere pienamente operativa la costituenda Fondazione. Il commissario straordinario di TaoArte, Pietro Di Miceli ha evidenziato, infatti, che occorre completare l’iter per l’avvenuto conferimento dell’ex pretura di Corso Umberto al patrimonio della Fondazione.

Iter da completare. L’immobile è stato assegnato dal Consiglio comunale di Taormina già nella passata legislatura alla Fondazione TaoArte ma, in sostanza, nonostante quella delibera consiliare la procedura non è giunta poi del tutto a compimento anche perché l’atto venne formalizzato con il parere negativo dell’Ufficio Tecnico Comunale. E così il sindaco Mario Bolognari si sta ora muovendo ora per adempiere ai passaggi formali mancanti: ha incassato, intanto, il via libera dell’assessorato ai Beni Culturali, e ora attende anche quello degli uffici dell’assessorato al Turismo. Si tratta, in pratica, di incardinare il passaggio del bene, ristrutturato con fondi regionali, dal Comune di Taormina alla Fondazione, disciplinandone i termini dell’utilizzo dell’edificio da parte poi di TaoArte, per poter quindi procedere alla firma dell’apposita convenzione. Per questo Bolognari si sta muovendo per mettere nero su bianco all’intesa con i competenti ambiti regionali per la destinazione d’uso.

L’utilizzo del bene. L’ex pretura è stata oggetto di lavori di che l’hanno resa di nuovo funzionale dopo un ventennio, e la svolta è arrivata nell’ambito del progetto per il Museo diffuso per le Arti e la Cultura contemporanea con un finanziamento da Un milione 500 mila euro messo a disposizione dalla Regione in favore del Comune di Taormina negli anni scorsi, con iniziativa che ha interessato anche l’avvenuto recupero e restauro conservativo della ex Chiesa S. Agostino di piazza IX Aprile. In quel contesto si era prospettato l’utilizzo del bene come Museo del Cinema, poi è arrivato il conferimento della struttura alla Fondazione TaoArte. Il Comune punta ora a sbloccare in via definitiva la questione.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti