Mario Bolognari e Lucia Gaberscek

Si torna in aula il 19 febbraio per una nuova seduta di Consiglio comunale. All’ordine del giorno dei lavori convocati dalla presidente del Consiglio, Lucia Gaberscek, otto punti. Tra questi un odg urgente con atto di indirizzo urgente su provvedimenti della Corte dei Conti e l’approvazione del regolamento comunale per la disciplina e la gestione delle sponsorizzazioni, e al primo punto la relazione di verifica della quantità e qualità di aree e fabbricati da destinarsi alla residenza, alle attività produttive e terziarie, che potranno essere ceduti in proprietà o in diritto di superficie nell’ambito del Piano di Zona o del piano per insediamenti produttivi.

Villa comunale e aree al verde. Confermata anche la previsione all’odg dell cambio di denominazione della Villa comunale da “Parco Giovanni Colonna Duca di Cesarò” a “Parco Florence Trevelyan”. Prevista anche l’approvazione dello schema di convenzione per l’affidamento in gestione al Dipartimento Regionale Sviluppo Rurale e Territoriale di terreni di proprietà del Comune di Taormina. In agenda pure l’odg urgente presentato dal consigliere Antonio D’Aveni con richiesta di revoca della delibera di Consiglio comunale che lo scorso dicembre ha approvato il progetto definitivo del raddoppio ferroviario.

Il caso A18. E all’odg anche il caso A18, con un odg urgente sulle condizioni di pericolosità del tratto di autostrada Messina-Catania compreso tra gli svincoli Taormina-Messina, dove da tempo ormai si susseguono incidenti e pericoli e di recente si è verificato, all’altezza di Itala, il drammatico scontro costato la vita all’ispettore capo della Polizia stradale, Angelo Spadaro. “Abbiamo inserito tra i punti che affronteremo – spiega la presidente Gaberscek – anche un odg urgente in riferimento alle autostrade ed alle condizioni in cui versano, con particolare riferimento all’A18 Messina-Catania. Riteniamo semplicemente inaccettabile il rischio che quotidianamente viene corso da centinaia di cittadini in un tratto autostradale dal livello di sicurezza certamente al di sotto della media nazionale, come dimostrato anche da recenti fatti di cronaca”.

Attivare un tavolo tecnico. “E’ corretto ed anzi indispensabile – continua Gaberscek – che rimangano accesi i riflettori su questa problematica dai riflessi sociali non indifferenti. Nell’ordine del giorno predisposto dai consiglieri di maggioranza vogliamo impegnare il sindaco Bolognari, che già lunedì scorso ha incontrato insieme agli altri sindaci della zona i vertici del Cas, a richiedere al Consorzio Autostrade Siciliane e alla Regione l’attivazione di un tavolo tecnico, con il Consorzio Autostrade e con l’assessore Falcone, per avere un quadro chiaro della situazione e trovare le opportune soluzioni in grado concretamente di affrontare e risolvere una volta per tutte il problema”.

© Riproduzione Riservata

Commenti