Sandro Pappalardo e Nello Musumeci

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci e l’assessore al Turismo, Sandro Pappalardo saranno il 15 marzo a Taormina ad un convegno sul turismo organizzato dall’Associazione Commercio Taormina. L’evento a a cura di Act – il sodalizio di cui è presidente Nino Scandurra e vicepresidente Pietro D’Agostino – consentirà, dunque, di fare il punto sulle prospettive per il movimento turistico-ricettivo in Sicilia nei prossimi mesi ed in vista dei prossimi anni.

Riflettori su Taormina. L’occasione consentirà un approfondimento sulla situazione del comprensorio di Taormina, con particolare riferimento alla tematica dell’auspicato allungamento della stagione turistica e alle relative difficoltà che da anni ormai si registrano per le forze produttive del territorio nei mesi invernali, quando tra novembre e marzo di fatto la quasi totalità delle attività economiche vivono una fase di sofferenza.

Pappalardo a Bruxelles. Proprio in queste ore la Regione Siciliana è una delle protagoniste principali della edizione numero 61 del Salon des Vacances di Bruxelles, in Belgio. L’evento fieristico è partito giovedì 7 febbraio e si concluderà il prossimo 10 febbraio e rappresenta uno degli appuntamenti fieristici europei più prestigiosi dedicati al turismo. La Sicilia, presente con altre Regioni italiane sotto la guida dell’Enit, è una delle mete preferite dai turisti belgi e francesi. L’edizione 2019 della manifestazione fieristica è dedicata allo Slow Tourism e pone, quindi, l’accento sulle specialità gastronomiche e sul patrimonio materiale e immateriale tutelato in ambito internazionale dall’Unesco. “Siamo presenti a Bruxelles – spiega l’assessore al Turismo della Regione Siciliana Sandro Pappalardo – consci delle nostre potenzialità che man mano ci stanno dando grandi risultati. Il nostro patrimonio enogastronomico è unico al mondo e abbiamo la fortuna di avere un numero elevatissimo di siti Unesco. Questo binomio attira moltissimo, dati alla mano, i turisti francofoni che sono rimasti ammaliati anche dai nostri borghi, dalle riserve naturali, dai tanti eventi della tradizione e del folklore”. “La tre giorni di Bruxelles – prosegue l’assessore – sarà l’occasione per continuare un percorso avviato da oltre un anno di promozione e marketing territoriale. Un percorso che sinora ha visto un trend in continua crescita e che certo va implementato e migliorato con servizi, infrastrutture e personale sempre più all’altezza del grande valore turistico della Sicilia”.

© Riproduzione Riservata

Commenti