Enzo Scibilia, ex assessore ai lavori pubblici
Enzo Scibilia, vicesindaco e consigliere comunale

“Rfi è disponibile a impegnarsi per la realizzazione della circonvallazione a Trappitello. A breve porteremo avanti l’interlocuzione su questa opera che anche loro ritengono fondamentale in vista dei lavori da effettuare per il cantiere della futura linea ferroviaria”. A rivelare l’importante novità è il vicesindaco di Taormina, Enzo Scibilia, che prospetta così una svolta all’orizzonte sulla necessità del Comune di far nascere una via di fuga a Trappitello come alternativa alla SS185 (Via Francavilla), e che si dovrebbe estendere dalla zona Santa Venera sino alle case popolari.

Addio al Masterplan. Servono 3 milioni di euro e il Comune di Taormina ha ormai accantonato la possibilità di ottenere le somme dal Masterplan, viste le difficoltà dell’ex Provincia regionale di Messina e considerando che i tempi sarebbero troppo lunghi. E allora, dopo aver già incassato il placet di Rfi a farsi carico della costruzione degli ascensori Lumbi-Fontana Vecchia (che costeranno circa 4 milioni), ora Taormina punta a una seconda opera di “compensazione” nell’ambito del maxi-cantiere per il raddoppio ferroviario che prevede una stazione ai piedi di Taormina centro (“Taormina-Madonnina”) e una a Trappitello (denominata Alcantara-Giardini).

Alternativa vitale alla SS185. “Rfi ci ha dato già la propria disponibilità per la circonvallazione esterna da fare a Trappitello – afferma Scibilia -. Ora si tratta di mettere a punto questa importante intesa che ci dovrebbe consentire di dotare Trappitello di un’alternativa alla SS185 (Via Francavilla), oggi unica via di transito per l’utenza della cittadina taorminese e per quella dei vicini centri dell’Alcantara. E’ un’esigenza per la nostra città e lo è anche per Rfi, in vista dei lavori previsti”. Scibilia, in sostanza, richiama l’attenzione sui circa 300 passaggi quotidiani già previsti dei mezzi pesanti per il cantiere della nuova linea ferroviaria, tenendo conto che a Trappitello non soltanto ci sarà una delle due stazioni taorminesi ma anche il deposito dei materiali di scavo che sta facendo discutere in questi giorni.

La progettazione. La circonvallazione esterna a senso unico farebbe respirare la viabilità a Trappitello. Aspettando conferme definitive sull’impegno di 3 milioni da parte di Rfi, la casa municipale intanto ha già stanziato 38 mila euro per la progettazione definitiva dell’opera. Rfi potrebbe iniziare i lavori per la futura ferrovia già nel 2020, perciò Taormina ha fretta di accelerare i tempi per salvare la SS185 dal caos veicolare.

© Riproduzione Riservata

Commenti