un incidente sulla A18 Messina-Catania

I sindaci del comprensorio taorminese saranno lunedì mattina in missione al Consorzio Autostrade Siciliane. E’ stato infatti fissato per l’inizio della settimana entrante un faccia a faccia a Messina tra Mario Bolognari (Taormina), Nello Lo Turco (Giardini Naxos), Alessandro Costa (Letojanni), Orlando Russo (Castelmola) e i vertici del Cas per discutere le problematiche legate alle condizioni critiche in cui versa l’autostrada A18 Messina-Catania. A guidare la missione sarà il primo cittadino di Giardini, Lo Turco, al quale i sindaci della zona hanno demandato il compito di coordinare l’iniziativa che intende esporre tutto il malumore e la preoccupazione delle Amministrazioni comunali del primo polo turistico siciliano per la situazione attuale della A18. “Porteremo al tavolo del Consorzio Autostrade Siciliane la nostra preoccupazione a fronte delle condizioni sempre più disastrose in cui versa l’autostrada Messina-Catania, con tanti disagi e altrettanti pericoli che interessano proprio la tratta tra Letojanni, Taormina e Giardini Naxos. E’ evidente che così non si può più andare avanti”.

Fronte comune. Una nota a firma congiunta era stata diffusa martedì scorso da Mario Bolognari, Lo Turco, Costa e Russo proprio per evidenziare la volontà di fare fronte comune sul problema. “I sindaci di Taormina, Giardini Naxos, Letojanni e Castelmola – si legge nella nota – esprimono la loro preoccupazione per l’ennesima chiusura dell’Autostrada A18 avvenuta in data odierna. Il permanere della pericolosità per i pendolari e l’approssimarsi della stagione turistica, in un quadro di incertezze sugli interventi da realizzare, possono penalizzare gravemente il territorio comprensoriale. Denunciano anche che, ad oggi, i lavori non sembrano procedere come sperato, nonché l’uso della SS 114 come unica soluzione alternativa. Per questo è stato dato mandato al sindaco di Giardini, Lo Turco, di organizzare a breve un confronto con i vertici delle istituzioni responsabili”.

Ancora disagi. “Cercheremo di capire quali sono i progetti che il Cas vuole realizzare rimarcando che ci interessa fare chiarezza sugli interventi da fare a breve termine e che devono essere incisivi e risolutivi per porre rimedio alle criticità in atto – continua Lo Turco -. Indubbiamente bisogna andare oltre gli interventi tampone per cercare di rimuovere in via definitiva tutti i pericoli che si riscontrano oggi in diversi punti del tracciato. Abbiamo appreso che verrà chiuso nel fine settimana di nuovo il tratto in direzione Messina, tra gli svincoli di Giardini Naxos e Roccalumera, al fine di esaminare le misure di viabilità da adottare in relazione ai lavori urgenti per la messa in sicurezza della pavimentazione stradale e ciò a seguito della formazione di alcune buche, alcune delle quali di rilevanti dimensioni, lungo la carreggiata. Ciò significa che avremo altri disagi e che soprattutto su Giardini si verificherà di nuovo un aumento della pressione veicolare lungo la strada statale 114, con i conseguenti disagi per cittadini ed anche per i mezzi di soccorso. Chiederemo che questa difficile situazione venga risolta, così non si può più andare avanti”. I sindaci temono pesanti ripercussioni in vista della stagione turistiche che inizia ad affacciarsi all’orizzonte. La paura è che si vada verso un’ennesima fase di opere in autostrada senza che le emergenze vengano risolte in via definitiva, e con la conseguenza di altri disagi quando riapriranno le attività turistiche della zona.

© Riproduzione Riservata

Commenti