Funivia
la funivia Taormina-Mazzarò

“I ritardi nella chiusura invernale della funivia ci lasciano perplessi e ci preoccupano. Così facendo si rischia di arrecare un danno alla prima fase della stagione turistica nella zona di Mazzarò e Isolabella”. La protesta arriva dal presidente de “La Voce del mare”, Giovanni Aucello, che a nome dei residenti della zona a mare di Taormina esprime preoccupazione sulla situazione della funivia Taormina-Mazzarò.

I tempi. Scatteranno, infatti, a metà di questo mese i consueti lavori di manutenzione dell’impianto gestito da Asm, con qualche settimana di ritardo rispetto al tradizionale periodo di via che era fissato ad inizio gennaio. Solitamente, infatti, l’impianto era solito chiudere dal 7 gennaio ma in questa occasione si è dovuto attendere un pò di più per dare il via ai lavori perché la ditta che dovrà effettuare le opere di manutenzione era impegnata nel completamento di alcuni montaggi all’estero (in Spagna).

Opere inderogabili. “Non conosciamo ancora i tempi esatti di attuazione dei lavori – spiega Aucello – ma è chiaro che si tratta di opere certamente importanti e inderogabili che vengono eseguite ogni inverno. La nostra apprensione è dovuta ai tempi tecnici che saranno necessari e che rischiano di far slittare poi la riapertura. Soprattutto se dovesse esserci il ritorno del maltempo si dovranno perdere dei giorni in più, per forza di cose, e non vorremmo insomma che ciò possa far posticipare poi la riattivazione della funivia”.

Verso la stagione turistica. L’Azienda Servizi Municipalizzati sta già predisponendo l’avvio dei lavori. Sin qui la funivia è rimasta aperta, in attesa delle opere in questione che porteranno a uno stop di qualche settimana (un mese circa) per consentire l’esecuzione di tutte le attività e i test necessari. Nel periodo di chiusura si potranno correggere eventuali problemi, andando così ad ottimizzare il funzionamento della funivia in vista della stagione turistica. Nella fase in cui rimarrà chiusa la funivia verrà attivato da Asm il servizio sostitutivo tramite bus navetta.

© Riproduzione Riservata

Commenti