Mosema conclude la gestione ponte del servizio N.U. a Taormina

In attesa dell’esito dell’appalto Aro, il Comune di Taormina affida il servizio di raccolta rifiuti ad una nuova società e le attività passano dalla “Mosema” di Mascalucia alla ditta “Onofaro” di Naso. Lo dispone un’apposita ordinanza emanata dal sindaco Mario Bolognari. Il 24 gennaio scorso era stata decisa, con apposita determina, dal Comune una “proroga tecnica” alla Mosema, che sin qui ha gestito la raccolta rifiuti in via provvisoria nelle more che venga espletata la gara d’appalto in atto all’Urega per l’Aro Taormina.

Mosema rinuncia. Ma la Mosema ha trasmesso, in risposta, una nota al Comune di Taormina nella quale comunica di “essere impossibilitata alla continuazione del servizio ad oggi erogato, tramite proroga tecnica, causa la presentazione della domanda di iscrizione nel registro delle società in house tenuto presso l’Anac, che comporta vincoli quantitativi in ordine alla produzione di ricavi derivanti da rapporti contrattuali con controparti non facenti parte della compagine sociale”. E allora il Comune di Taormina ha dovuto trovare una soluzione immediata per individuare un’impresa alla quale affidare sempre in via provvisoria le attività di gestione della raccolta rifiuti nel territorio di Taormina sino alla definizione della gara Aro.

Passaggio di consegne. Il sindaco Bolognari ha disposto alla Mosema “la prosecuzione della erogazione dei servizi alla Mosema per consentire gli adempimenti gestionali propedeutici”, richiedendo cioè la prosecuzione nei prossimi giorni sino a quando non sarà avvenuto il passaggio di consegne con la “Onofaro” di Naso. La nuova ditta dovrebbe essere operativa già entro le prossime tre settimane.

Le date. La ditta “Onofaro Antonino Srl” si occuperà, quindi, dell’esecuzione dei “servizi di pulizia meccanizzata e manuale delle strade e delle aree pubbliche e/o ad uso pubblico, raccolta e trasporto allo smaltimento dei rifiuti solidi urbani differenziati e indifferenziati compresi quelli assimilati ed altri servizi di igiene pubblica nel territorio comunale”, con decorrenza dal 18 febbraio prossimo fino all’avvio definitivo dei nuovi servizi del piano Aro Taormina “e comunque non oltre il 31 maggio 2019”.

Il personale. L’ordinanza sindacale dispone, inoltre, alla Srr Area Metropolitana di Messina di “attivare le procedure per il transito degli operatori previsti in pianta organica relativi all’Aro Taormina al fine di garantirne l’utilizzo da parte della Onofaro Antonino Srl, anche in deroga”, e sono stati così demandati al Responsabile dell’Area Territorio e Ambiente, l’ing. Massimo Puglisi, tutti i consequenziali adempimenti gestionali scaturenti dall’atto formalizzato dai vertici di Palazzo dei Giurati.

© Riproduzione Riservata

Commenti