l'assessore Enzo Scibilia

Va in fumo il finanziamento regionale per l’asilo nido a Trappitello. Non arriveranno le somme che la Regione a suo tempo aveva reso disponibile per le attività di ristrutturazione dei locali di Via Santa Filomena. Sulla questione è sorto in queste ore un giallo, con alcune voci stando alle quali in effetti il finanziamento sarebbe stato perso dal Comune. Sulla questione è intervenuto l’assessore ai Lavori pubblici, Enzo Scibilia che parla invece di “rinuncia”.

Le condizioni. “Quel finanziamento lo avevo fatto ottenere io al Comune quando ero assessore nel 2013 – spiega il vicesindaco Scibilia – ma in quel momento si prevedeva per il Comune un impegno in termini di cofinanziamento per 50 mila euro. Successivamente, quando non ero più assessore, non sono stati fatti tutti gli adempimenti dovuti e il finanziamento in sostanza era stato ormai perso. La Regione ci ha fatto sapere che c’era l’opportunità di recuperare le somme ma la condizione che veniva posta al Comune era quella di impegnarsi a cofinanziare il progetto non più per 50 mila euro ma per 300 mila euro. E’ chiaro che le condizioni sono cambiate in modo netto, e per altro non c’erano a disposizione in bilancio questi 300 mila euro”.

La scelta. “Adesso vogliamo accedere a una nuova misura per ottenere il finanziamento dell’opera, stavolta però con cofinanziamento a zero, senza oneri per il Comune. Abbiamo fatto, quindi, un ragionamento che riguarda il bilancio ma anche la volontà di non far gravare l’intervento sulle tasche dei cittadini”.

Fondi per la Vittorino da Feltre. “I 300 mila euro che il Comune non impiegherà per quell’iter – conclude Scibilia – li abbiamo ora impegnati per il cofinanziamento dei lavori di ristrutturazione della ex scuola elementare “Vittorino da Feltre”, e per l’esattezza 320 mila euro più altri 20 mila euro riguardanti la gara d’appalto da far espletare all’Urega”.

Progetto in fumo. L’intervento in questione per l’asilo nido a Trappitello riguardava un finanziamento da circa Un milione di euro per l’adeguamento e la manutenzione ordinaria di un asilo nido a Trappitello. Il progetto avrebbe riguardato 60 bambini: piccoli utenti di Trappitello, ma anche di altri centri limitrofi della Valle Alcantara. Si tratta di un’opportunità che si era prospettata per le famiglie su un servizio oggi assente e per il quale bisognerà ancora attendere prima che diventi realtà.

© Riproduzione Riservata

Commenti