l'ex consigliere comunale Eugenio Raneri
l'ex consigliere comunale Eugenio Raneri

Spunta un nuovo ostacolo sulla via, sempre più impervia, che dovrebbe portare Asm fuori dalla liquidazione. Com’è noto, prima di determinare il ritorno ad una normale gestione, sull’Azienda Servizi Municipalizzati dovranno arrivare in Consiglio comunale i bilanci del periodo 2011-2018: e adesso gli atti da portare in aula sono destinati a nuovi approfondimenti che, per forza di cose, imporranno tempi più lunghi e ulteriori verifiche.

Il fattore Odcec. Il Consiglio dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili ha, infatti, emesso un “Provvedimento disciplinare di sospensione di 13 mesi” a carico di un professionista che si è occupato negli anni recenti degli adempimenti contabili dei bilanci di Asm. Il provvedimento che ravvisa “Violazioni al codice deontologico della professione” fa seguito ad un’azione di verifica della situazione contabile di Asm intrapresa dall’ex amministratore della città, Eugenio Raneri, che nella qualità di consigliere comunale nella passata legislatura aveva scritto all’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili il 14 dicembre 2017 formulando richiesta di informazioni e relativa segnalazione di “presunti” illeciti a seguito di affidamento incarico di redazione del Bilancio 2014 Asm Taormina e relativi adempimenti contabili-fiscali (determina liquidatore n. 317/15 del 7.10.2015).

L’azione ispettiva. Ad informare adesso la casa municipale degli sviluppi del caso e del provvedimento dell’Odcec è stato con relativa nota trasmessa via Pec lo stesso Raneri. “Nella qualità di ex consigliere comunale di Taormina, non essendomi ricandidato per il rinnovo del Consiglio comunale di Taormina nella tornata elettorale del giugno 2018 – scrive l’ex presidente del Civico consesso, Raneri – informo il Comune di Taormina dei seguenti fatti. A seguito di attività ispettiva a suo tempo svolta su atti riguardanti Asm di Taormina (trasmessi dalla Presidenza del Consiglio comunale a tutti i Consiglieri e riferiti al periodo amministrativo 2013-2018), con particolare riferimento al Verbale n. 35 del 16.11.2017 del Revisore unico che aveva espresso parere sulla Determina n. 412 del 132.11.2017 avente per oggetto “Presa d’Atto presentazione modelli Unici anni 2015, 2016 e 2017 (periodo d’imposta relativi agli anni 2014-2015-2016); nonché dei Verbali n. 33 del 16.11.2017 e n. 34 del 16.11.2017 di – parere non favorevole- relativi all’approvazione dei bilanci di esercizio di A.S.M. relativi agli esercizi 2015 e 2016 con esame dei relativi atti propedeutici; il sottoscritto, in data 14.12.2017, a mezzo Pec, ha inviato all’Odcec di Messina una segnalazione”.

La segnalazione. Raneri, nello specifico, ha effettuato una “Richiesta informazioni” inerente l’ex consulente di Asm, con relativa segnalazione di “presunti illeciti a seguito di affidamento incarico di redazione Bilancio 2014 Asm Taormina e relativi adempimenti contabili-fiscali (determina liquidatore n. 317/15 del 7.10.2015)”. “Con nota p.e.ec. prot. n. 465/2018 del 9.2.2018, avente per oggetto “Notifica delibera apertura di un procedimento disciplinare, dall’Odec di Messina – continua Raneri – sono stato informato dell’apertura del procedimento sui presunti illeciti da me segnalati”. Raneri allega, quindi, nella sua nota inviata a Palazzo dei Giurati “le conclusioni e la decisione del Collegio di disciplina dell’Odec di Messina”. L’Odcec parla nell’espletamento dell’incarico da parte del professionista di “danno significativo procurato per sanzioni (oltre 65 mila euro) e interessi conseguenti alle pesanti irregolarità fiscali relative agli esercizi 2014, 2015 e 2016”.

Raneri informa il Comune. Nella comunicazione data al sindaco, al presidente del Consiglio comunale, al segretario generale e al liquidatore di Asm, Raneri scrive alle cariche in oggetto che “per le rispettive competenze – ed in riferimento alla delibera del Consiglio comunale n. 36 del 22.9.2011 (quella che dispose la messa in liquidazione di Asm, ndr), sono onerate della trasmissione della presente con relativi allegati: ai consiglieri comunali, ai rispettivi organi di revisione ed ai responsabili di Area e/o di Settore per quanto di loro competenza”.

© Riproduzione Riservata

Commenti