Franco Raccuja

“L’Agenzia per il Turismo? Può essere una buona idea, ma il vero problema è che oggi nel turismo mancano le professionalità di un tempo. E su Taormina credo che si dovrebbe rilanciare il Servizio Turistico Regionale che un tempo era il cuore pulsante del turismo in questa città”. Lo afferma l’ex sindaco di Taormina, Giovanni Francesco (per gli amici Franco) Raccuja, storico amministratore negli anni d’oro della politica nella Perla dello Ionio.

Memoria degli anni d’oro. Quattro volte assessore, “fedelissimo” di Nicola Garipoli, e reggente alla sindacatura del Comune proprio quando l’indimenticato sindaco ebbe problemi di salute, Raccuja è un pezzo di storia della capitale del turismo siciliano, uomo di nobili valori umani che ha lavorato all’allora Azienda Autonoma Soggiorno e Turismo di Taormina. “Ho letto nei giorni scorsi che il presidente della Regione, Musumeci, vorrebbe creare un’Agenzia per il Turismo, per rilanciare le politiche turistiche nelle province siciliane e credo che possa anche essere una buona idea per dare un nuovo impulso al settore. Ma credo che il vero aspetto prioritario da affrontare e sul quale soffermarsi sia un altro e cioè l’assenza oggi di quelle professionalità che un tempo hanno fatto la fortuna e per tanti versi la storia del turismo nella nostra isola”.

Potenziare il Str. Raccuja richiama l’epoca delle Apt, che in qualche modo Musumeci vorrebbe far “risorgere”, ma soprattutto l’importanza che hanno avuto le Aast: “A Taormina l’Azienda di Soggiorno e Turismo è stata a lungo un vero e proprio fulcro della programmazione turistica in città e per la realizzazione di tante iniziative di rilievo. Oggi l’attuale Servizio Turistico Regionale, nonostante l’impegno e la dedizione del personale impiegato, è stato depotenziato e non dispone nemmeno delle risorse per svolgere le attività essenziali. E’ un vero peccato che negli anni si sia arrivati a questo punto. A mio avviso si dovrebbe invece ripartire da qui e assegnare le giuste e necessarie risorse per restituire un ruolo centrale a questo tipo di struttura che ha tutte le potenzialità e le caratteristiche necessarie per dare un apporto significativo al territorio”.

© Riproduzione Riservata

Commenti