Etna emette di nuovo cenere

L’Etna rilancia la sua azione spettacolare che al contempo mette in apprensione i centri della zona alla luce delle scosse di terremoto che si sono susseguite in zona dalla fine del 2018, con particolare riferimento ai drammatici fatti del 26 dicembre scorso. Una caduta di sabbia vulcanica sta interessando i paesi pedemontani del versante orientale dell’Etna. Il fenomeno è originato dall’attività dei crateri sommitali. Come spiega il vulcanologo dell’Osservatorio catanese dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia Boris Behncke: “E’ già da più di due settimane che il Cratere di Nord-Est – il più alto (3326 m) dei crateri sommitali dell’Etna – sta emettendo cenere in maniera intermittente”.

Attività sismica bassa. “Oggi, 23 gennaio 2019, si sono osservate emissioni di cenere anche dal cratere Bocca Nuova (il più grande dei crateri sommitali etnei). Questa attività – continua – non ha niente a vedere con i terremoti sui fianchi dell’Etna o con altri cataclismi che qualcuno potrebbe ritenere imminenti. L’attività sismica è attualmente piuttosto bassa e su livelli completamente normali”.

Monitoraggio in tempo reale. Le reti di monitoraggio hanno registrato esattamente alle ore 11:04 di stamattina una emissione di cenere ma la situazione, seguita in tempo reale dagli esperti dell’Ingv, viene ritenuta sotto controllo e non desta particolari preoccupazioni. L’emissione di cenere dal cratere di nord-est, ad ogni modo, si è intensificata rispetto a quanto riportato nel bollettino settimanale Etna numero 04/2019. Essa è spinta dal vento in direzione est-nord-est producendo una ricaduta di cenere nel versante orientale del vulcano fino alla costa.

Tremore vulcanico. E’ stata segnalata una debole ricaduta di cenere nell’area di Giarre. Per quanto riguarda l’ampiezza media del tremore vulcanico essa oscilla intorno a valori medio-bassi. Tanti escursionisti si stanno subito mobilitando, intanto, per raggiungere il vulcano e assistere da vicino allo spettacolo che il gigante è tornato a riproporre con la sua consueta colonna di fumo.

© Riproduzione Riservata

Commenti