Matteo Salvini e Pippo Perdichizzi

Si accende il dibattito sul tema delle chiusure invernali a Taormina e sulla questione interviene l’esponente di riferimento della Lega nella Perla dello Ionio, l’avvocato Giuseppe Perdichizzi.

Taormina outlet. “Bisogna lanciare “Taormina outlet”, all’insegna del tutto scontato, per contrastare i centri commerciali di altre zone della Sicilia e attrarre qui l’utenza di Catania e Messina nei fine settimana anche con parcheggi gratis. Fra un parcheggio vuoto e un parcheggio gratis che qualcosa in termini di ritorno per l’economia può portare, è del tutto evidente che sia meglio il secondo. E’ arrivato il momento delle scelte, quelle intelligenti e nell’interesse reale della città, facendo le dovute valutazioni alle quali non è più possibile sottrarsi”.

No alla repressione. “La città che immaginiamo – continua l’esponente del partito di Matteo Salvini – e che, anzi, vogliamo è quella con artisti di strada e una “Taormina Jazz shopping”, dove ci sia un territorio vivo e appetibile ai visitatori anche d’inverno. Serve una maggiore flessibilità per attrarre nuovi flussi e non una politica ostile e di repressione da parte del Comune nei confronti dei commercianti e degli esercizi pubblici. Questa è la proposta politica della Lega sulla quale stiamo lavorando ed interloquendo contando sulla sensibilità dei nostri amministratori. Senza cultura ed apertura mentale non può esistere sviluppo turistico. La destagionalizzazione è un termine in disuso, ormai monotono e vecchio. E allora ripartiamo dal turismo locale”.

L’incubo delle multe. “Si è riscontrato sino ad oggi – aggiunge l’avvocato Perdichizzi – un clima di “terrorismo” amministrativo che ha allontanato il turismo locale da Taormina e così in paese si è diffusa la maldicenza che qui  non si parcheggia e ci sono le multe ed il carro-attrezzi. Se si vuole fare della capitale del turismo siciliano un “cimitero” di nostalgici ricordi, si pubblicizzi pure la Ztl cimiteriale. Noi non ci stiamo a questa visione del territorio. Siamo per una Taormina città aperta, ordinata e vivibile, dinamica e che sappia accogliere tutti”.

© Riproduzione Riservata

Commenti