l'onorevole Elvira Amata

“L’ospedale di Taormina è un’eccellenza della sanità siciliana e certamente è intendimento del Governo regionale tenere alti gli standard di assistenza al paziente nei vari reparti di questa struttura”. Lo afferma l’on. Elvira Amata, presente nelle scorse ore a Taormina alla visita del nuovo direttore generale dell’Asp Messina, Paolo La Paglia. L’esponente di Fratelli d’Italia ha augurato “un buon lavoro” al nuovo dg dell’Asp e ha preso parte al sopralluogo del neomanager nei principali reparti del presidio di contrada Sirina, dando rassicurazioni sugli intendimenti della politica regionale nei confronti del nosocomio taorminese.

Servizio pubblico di qualità. “Il San Vincenzo di Taormina – spiega la deputata regionale – ha diverse eccellenze e questo lo dicono gli utenti e i numeri di questo presidio in modo abbastanza chiaro. Alcuni esempi davvero molto positivi sono il reparto di Oncologia ma anche la Cardiochirurgia Pediatrica che ha rappresentato in questi anni un valore aggiunto per l’intero presidio. Questi ed altri reparti stanno dando un servizio di qualità all’utenza ma consentono anche e soprattutto di far diminuire quei flussi di migrazione passiva delle tante persone in precedenza costrette ad andare via. Dare una buona sanità ai cittadini significa garantire delle cure adeguate ed al contempo consente alle famiglie di non doversi più spostare al Nord, con dei veri e propri viaggi della speranza, come troppe volte accadeva in passato. Si può e si deve fare buona sanità in Sicilia, come questo ospedale fa, e certamente c’è un impegno concreto e la massima attenzione del Governo regionale in questa direzione”.

Nessun depotenziamento. “Conosco bene ed apprezzo l’ospedale di Taormina, presidio che non verrà depotenziato e che anzi ritengo vada migliorato nelle criticità che presenta. Qui il paziente può trovare un supporto medico e strumentale valido, con delle professionalità di rilievo che sanno trattare nel miglior modo possibile il paziente e credo che ci siano i presupposti per ottimizzare ulteriormente il quadro generale delle cose”.

Elvira Amata con Mauro Passalacqua

Pronto Soccorso da potenziare. La deputata di FdI evidenzia, poi, la necessità di un potenziamento del reparto di Pronto Soccorso: “In attesa della riapertura del presidio di Giarre, il Pronto Soccorso di Taormina accoglie oggi una vasta utenza che va dalla zona del messinese e la fascia ionica sino alla cintura dell’etneo e credo che i 25 mila accessi del 2018 sono un numero eloquente, che si commenta da solo. Per questo è necessario trovare delle soluzioni che consentano il potenziamento dell’organico, in modo da consentire al personale medico ed infermieristico di affrontare con maggiore serenità le tante richieste di prestazioni che arrivano ogni giorno in reparto”.

Ccpm deve rimanere a Taormina. Poi Amata torna sul futuro del Ccpm: “Mi sono espressa in modo molto chiaro sulla Cardiochirurgia pediatrica, che deve rimanere a Taormina e va stabilizzata in questo presidio. Ci sono tutte le giuste condizioni affinché ciò avvenga, tenendo anche conto che questo reparto è diventato punto di riferimento per una vasta utenza non soltanto della Sicilia ma anche per la Calabria. Quindi la prospettiva non può che essere quella di una conferma del Ccpm a Taormina, in un quadro complessivo che veda la Cardiochirurgia pediatrica di Taormina come centro di assistenza per i bambini e per le famiglie della Sicilia Orientale e della Calabria, mentre la Sicilia Occidentale verrà coperta dalla struttura che verrà attivata a Palermo”.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti